Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fns Cisl: vigili del fuoco e polizia penitenziaria lombarda a Roma

A manifestare a Roma, davanti a Montecitorio, anche una delegazione lombarda di vigili del fuoco ed il personale della polizia penitenziaria pronta a chiedere all’attuale governo di mantenere le promesse fatte alla categoria.

«Vogliamo l’equiparazione stipendiale e previdenziale, assunzioni di personale, assicurazione Inail, finanziamenti per una nuova legge delega sull’ordinamento e per il nuovo rinnovo contrattuale - afferma Maurizio Giardina, segretario generale Fns Cisl Lombardia - Siamo il sindacato più rappresentativo dei vigili del fuoco e rivendichiamo le legittime richieste di una categoria di lavoratori che più volte si è dovuta accontentare di facili promesse e di stucchevoli attestati di stima».

Più diritti ai Vigili del Fuoco e alla polizia penitenziaria: «Al contrario di altre organizzazioni sindacali - afferma Giardina - non faremo sconti a nessun governo o ad alcuna parte politica. Occorre fare in modo che ai vigili del fuoco, servitori della Repubblica, vengano riconosciute le garanzie e i diritti di tutti gli altri operatori delle forze dell’ordine».

Per quanto concerne invece gli agenti di polizia penitenziaria le richieste sono: «Più risorse per il rinnovo del contratto del comparto sicurezza - spiega il segretario Giardina -; nuove risorse per le cor- rezioni al riordino delle carriere; almeno 5mila assunzioni; provvedimenti normativi per contrastare il fenomeno delle aggressioni; finanziamenti per mezzi ed attrezzature tecnologiche e per manutenzioni degli Istituti di pena».