Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Green School Day, premiate le scuole "anti-sprechi"

Aula Magna gremita, applausi e tanto entusiasmo per il Green School Day che si è tenuto oggi pomeriggio all’Università dell’Insubria, dove il Comitato Tecnico guidato dalla Provincia di Varese e supportato dall’ateneo ha consegnato 119 attestati (lo scorso anno erano 80) alle scuole che hanno messo in atto strategie efficaci contro gli sprechi di energia, acqua e cibo e scelto pratiche sostenibili e plastic free.

Fra queste, otto sono risultate più virtuose e hanno ottenuto la Classe A. E sono, in ordine di grado e alfabetico: le scuole dell’infanzia Soglian di Busto Arsizio e Scotti di Laveno Mombello; le primarie Manzoni di Casciago (Morosolo), Cittolini di Cittiglio, Mascioni di Cuvio e Pedotti di Luvinate; le secondarie di primo grado Dante Alighieri di Olgiate Olona e Don Milani di Vergiate.

Altra novità emersa oggi è che il Progetto Green School, che esiste da 10 anni, il 19 giugno sarà presentato ufficialmente in Regione Lombardia e dunque dal 2020 uscirà dai confini provinciali. D’altro canto i numeri lo sostengono: si è passati da meno di un migliaio di studenti e da 80 insegnanti coinvolti nell’anno scolastico 2009/2010 a quasi 23.000 alunni e 1.700 insegnanti oggi, portando a un risparmio medio settimanale di Co2 che si attesta intorno ai 630 kg per scuola.

Il Progetto Green School, promosso dalla Provincia di Varese con la collaborazione dell’Università dell’Insubria (dove lo seguono i docenti Gianluca Ruggieri del Dipartimento di Scienze teoriche e applicate e Elena Maggi del Dipartimento di Economia e Mobility manager), coinvolge anche Agenda 21 Laghi e Cast Laveno, con il sostegno dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia di Varese.

Altre informazioni su www.modusriciclandi.info