Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

“Poesie in Danza”: scolari della Carducci sul palcosenico

Agli occhi dell’anagrafe sono 146 bambini, ma sul palco del Tirinnanzi giovedì sera, di fronte al pubblico delle grandi occasioni che non si è risparmiato applausi a scena aperta, hanno dato prova di una maturità artistica e di un talento personale che ha sorpreso financo i genitori.

Con la magistrale direzione artistica di Laura Crespi, in pochi mesi di prove gli scolari delle classi 3’ 4’ 5’ Carducci hanno portato in scena uno spettacolo di arte assoluta: poesia, danza, canto, recitazione; un’opera dai mille volti intitolata “Poesie in Danza”, un esperimento creativo ai limiti dell’azzardo: abbinare le dolci parole racchiuse nelle poesie di Gianni Rodari alle vibranti chitarre elettriche degli Aerosmith (Walk This Way) o le sofisticate rime di Jaques Prevert alla musica dance e pop di “School of music”. Il tutto materializzato sul palco da attori e ballerini. 

Ma l’esperimento è perfettamente riuscito e le due ore di spettacolo, sempre a scena aperta, si sono chiuse con un’ovazione del pubblico per la direttrice artistica e per i piccoli grandi artisti che per una sera hanno provato l’esclusiva sensazione che si ha entrando in scena in un contesto teatrale così esclusivo.

Crespi nella realizzazione dell’evento si è avvalsa della collaborazione della specialista musicale Monica Calloni mentre dietro le quinte e nei camerini i genitori del comitato e le maestre presenti hanno dato un significativo supporto nella preparazione degli abiti di scena e nelle operazioni di trucco e cambio d’abito. Molto suggestiva la performance illusionistica del mago Geko che ha voluto omaggiare adulti e bambini con un intermezzo tra il quinto e il sesto atto.

Lo spettacolo che ruotava intorno al tema dell’inclusività nel contesto scolastico e sociale, ha coinvolto nella lettura dei testi diverse voci narranti quali ex insegnanti e dirigenti (Leonora Vesco, Giuseppe Proverbio) ed ex alunni del complesso scolastico.

Denso di emozioni artistiche e di riflessioni sociali il finale con la recitazione da parte di Don Fabio Viscardi (Parroco dei Ss Martiri e Decano di Legnano) della poesia scritta da Gandhi “Un dono” seguita dall’inno alla pace composto da John Lennon “Imagine”. Le ultime e toccanti note sono state quelle dell’oboe pensate da Ennio Morricone “Mission”, con i nostri piccoli attori divisi tra persone in difficoltà (i sofferenti) assistite e risollevate dai generosi d’animo.

Degne di nota le parole di benvenuto pronunciate, a nome del Comitato Genitori Carducci, da Stefano Vedovato: grazie alle iniziative sin qui organizzate dal dinamico gruppo di mamme e papà che compongono il Comitato, sono stati donati alla scuola nella giornata di martedì 21 maggio 10 computer di nuova generazione che serviranno ad ammodernare le tecnologie dell’aula informatica delle scuole primarie.

Un sentito ringraziamento è stato poi espresso alla BCC di Busto Garolfo e Buguggiate, presente in sala con il Consigliere di Amministrazione Pinciroli, per il concreto contributo conferito che ha permesso di coprire quasi la metà dei costi dell’intera serata.

Comitato Genitori Carducci