Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lainate, si lavora per il nuovo corso post diploma ITS a indirizzo chimico

I mondi della scuola e del lavoro sempre più vicini. Nei giorni scorsi si è riunito a Rho il Comitato Tecnico Scientifico dell’Itis Cannizzaro. Il punto all'ordine del giorno era lo stato di attuazione dell’ITS settore chimica industriale, che si è deciso di formare in collaborazione con la Fondazione ITS Nuove Tecnologie per la Vita, il Comune di Lainate e alcune importanti aziende del territorio.

Durante l’incontro, convocato dalla dirigente scolastica Daniela Lazzati e coordinato dal professor Salvo Luca, si sono stabiliti alcuni criteri organizzativi e procedurali e le prossime tappe del percorso, che prevedono la customizzazione del piano di studi per soddisfare al meglio le esigenze delle aziende partecipanti, la presentazione del percorso di studi al MIUR per l’approvazione, la parte di marketing ed informazione nei confronti delle scuole e degli studenti del territorio del Nord-Ovest e, successivamente, la raccolta delle iscrizioni. Il piano di studi prevede circa 200 ore iniziali di materie di riallineamento delle competenze, 1100 ore di materie specifiche e 900 ore di stage in azienda.

Il consiglio comunale di Lainate aveva approvato il 9 aprile la proposta della giunta per l'ingresso del Comune nella Fondazione ITS per le nuove Tecnologie della Vita. «L’amministrazione comunale di Lainate - commentano dall'ente - crede fermamente nel valore di questo percorso di studi altamente professionalizzante e lo reputa un’occasione preziosa per i giovani studenti della città e del Nord-Ovest».

«L’ITIS Cannizzaro, che già organizzò un corso IFTS Chimico, è fortemente motivato alla costituzione di questo nuovo percorso di studi superiori in ambito chimico in quanto unico nel suo genere in tutta la provincia di Milano», sottolinea la professoressa Lazzati, che insieme al professor Luca sostengono e promuovono con entusiasmo l’iniziativa affiancati da Giancarlo Muliari per Distretto 33.