Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Campaccio, scuole in campo per "raccontare" la 62° edizione

Scuole sangiorgesi in campo per raccontare il Campaccio, la gara di cross country organizzata dall'Unione Sportiva Sangiorgese ormai entrata nella leggenda, che il prossimo 6 gennaio tornerà per la 62° volta ad entusiasmare tutti gli appassionati.

Quest'anno Piazza IV Novembre, per coinvolgere i giovanissimi studenti delle scuole del paese nella manifestazione, ha ideato un concorso fatto di disegni e parole per alzare il sipario sulla gara. I piccoli alunni della scuola primaria sono stati chiamati a creare un disegno che parli di sport e soprattutto di Campaccio in tutte le sue sfumature, Campaccino compreso. I ragazzi della scuola secondaria di primo grado, invece, hanno preso carta e penna e messo nero su bianco un elaborato che parli di sport, di corsa e, anche in questo caso, di Campaccio.

I lavori, consegnati mercoledì 5 dicembre, saranno valutati da due commissioni composte da tre persone, che sceglieranno un disegno ed un elaborato per ogni anno di frequenza: gli otto "autori" selezionati saranno premiati giovedì 13 dicembre in sala consiliare, in occasione della presentazione ufficiale della gara di cross country. I disegni verranno esposti in municipio - oltre ad essere affissi sulle vetrine dei commercianti sangiorgesi nel periodo delle festività -, mentre gli elaborati testuali verranno letti dai giovani studenti. 

«Abbiamo pensato a questa iniziativa un po' particolare per coinvolgere le scuole nella manifestazione e nei suoi valori - spiega il sindaco Walter Cecchin -: da subito abbiamo trovato grande collaborazione nella scuola, che si è dimostrata entusiasta della proposta, e speriamo che possa rappresentare un valore aggiunto per la competizione».

(Leda Mocchetti)