Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Giorno del Ricordo: studenti legnanesi premiati in Regione

“Abbiamo il dovere di coltivare il valore della convivenza civile per impedire che gli errori e gli orrori del passato possano ripetersi e per evitare il rischio di nuove tragedie come quelle che hanno attraversato il secolo scorso.  E’ questo il senso e l’obiettivo della legge con cui abbiamo istituito dieci anni fa questo concorso rivolto alle scuole e ai giovani, con la speranza che la lezione terribile del martirio Giuliano-Dalmata-Istriano ci serva di monito per costruire un domani basato sulla collaborazione tra i popoli e sulla libertà. L’Europa unita è il nostro impegno e la nostra priorità oggi, ma deve essere l’impegno di tutti noi anche per il futuro”.

Con queste parole il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo ha aperto la cerimonia che, come ogni anno da quando nel 2008 una legge regionale istituì la ricorrenza, fa memoria del dramma delle foibe e dell’esodo della popolazione Giuliano-Dalmata-Istriana. La ricorrenza del “Giorno del Ricordo” è stata individuata nella data del 10 febbraio quando nel 1947 furono siglati i Trattati di Parigi che ridisegnarono l’Europa e definirono i nuovi confini italiani, con il passaggio dell’Istria alla Jugoslavia.

Tra i presenti anche Carolina Toia, consigliera regionale legnanese, che ha commentato: "Anche quest’anno in Consiglio Regionale abbiamo voluto ricordare una pagina drammatica della storia italiana, una pagina orribile e disumana che, oltre all’orrore della violenza, della morte e dello sradicamento da casa, per troppo tempo ha portato con sé la vergogna del silenzio".

Ai giovani, anche attraverso questo concorso scolastico regionale, viene chiesto di ricordare queste e tutte le altre pagine drammatiche della storia passata, consapevoli della gravità delle tragedie, con l’obiettivo di costruire un futuro in cui simili orrori non abbiamo più modo di ripetersi.

"Un sincero plauso a tutti gli studenti premiati e ai loro insegnanti - ha proseguito Toia - in particolare a Andrea Abruzzese, Stefano Barlocchi, Matteo Bianchi, Davide Campagnola, Daniele Cucco, Daniele Montefiore, Mattia Pecoraro, Gabriele Santoro dell’Istituto Tecnico Bernocchi di Legnano e a Daniele Caimi, Stefania Gamberini, Giulia Rotini dell’Istituto Tecnico Dell’Acqua sempre di Legnano per avere realizzato un lavoro articolato e complesso che ben coniuga immagini e testi, ineccepibile sotto il profilo della correttezza storica".