Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Medici legnanesi docenti alla Formazione clinica in era digitale

A Bologna, ha preso il via oggi, lunedì 16 settembre, la prima Scuola di alta formazione sul ragionamento clinico in era digitale. Si tratta di un corso di Formazione, reso noto dal sito specializzato, Quotidianosanita.it,  su un tema che potrà cambiare il rapporto medico paziente nei prossimi anni. 

    La Medicina Interna FADOI, società scientifica di Medicina Interna e con il supporto FISM, Federazione delle Società Medico Scientifiche, indica tre motivi per affrontare le problematiche relative al ragionamento clinico in era digitale:

1. La necessità di garantire una prestazione sanitaria di qualità che metta al centro il paziente;
2. La necessità di saper rispondere con appropriatezza alle nuove sfide generate dai cambiamenti tecnologici ed epidemiologici, che hanno portato alla prevalenza di polipatologie, comorbilità, politerapie con poche evidenze scientifiche sul paziente reale;
3. La credibilità professionale necessita sempre di continui aggiornamenti, essendo quella medica una professione che ha il privilegio di auto-determinarsi grazie alla propria storia ed etica professionale. 

Questa scuola di alta formazione, prima esperienza assoluta di formazione ed aggiornamento, si propone di rivisitare il metodo clinico arricchendolo di tutti quegli elementi etici, epistemologici, metodologici e tecnologici che possono fare diventare l’internista, e in generale il medico, consapevole di tutti quegli strumenti intellettuali, pratici e tecnologici necessari per realizzare nei fatti una pratica clinica eccellente, ed un miglioramento continuo del rapporto medico-paziente.

La scuola vedrà quattro docenti del Dipartimento di Area Medica dell'Asst Ovest Milanese, Prof. Antonino Mazzone, Dr.ssa Paola Faggioli, Dr,ssa Lucia Marchionni ed il Dottor Nicola Mumoli primario di Magenta e vedrà anche cinque dirigenti medici tra i docenti.