Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Disturbo Mentale, in Ospedale l'Info point per avvicinarsi ai cittadini

Sconfiggere lo stigma sulla Salute Mentale favorendo l'integrazione tra ospedale e territorio, attraverso un punto d'incontro per conoscere la rete dedicata a coloro che soffrono di Disturbo Mentale e alle famiglie coinvolte. A questo serve l'Info Point inaugurato all'Ospedale di Legnano con la chiusura della rassegna “Movimental”.

Il servizio è un progetto della “Conferenza Aziendale di Partecipazione” della ASST Ovest Milanese. All'inaugurazione ha presenzito il direttore Socio Sanitario, dottor Giancarlo Iannello e i rappresentanti delle associazioni di Legnano che si occupano di Salute Mentale (AFAMP, AIUTIAMOLI, AMA FAMILARI, PARI & DISPARI).

Il Desk nell’atrio di ingresso del nosocomio sarà attivo ogni mercoledì, dalle 17 alle 18.30. I cittadini potranno incontrare familiari, volontari ed utenti esperti (utenti con specifica formazione) per un momento di confronto, per conoscere le iniziative, i servizi e avere un primo contatto diretto con le associazioni che si occupano di Salute Mentale. «L’iniziativa – ha spiegato a margine dell'inaugurazione il dr. Ianello - nasce da un progetto di integrazione tra ospedale e territorio, con la collaborazione che da anni caratterizza il lavoro di rete tra Servizi di Salute Mentale e le Associazioni che sostengono le persone affette da disturbo mentale e loro famiglie».

L'obiettivo è quello di permettere agli utenti e ai familiari di sentirsi meno soli. «È importante far conoscere l'esistenza di una rete pronta ad accogliere, sostenere, rassicurare - ha precisato Ianello -  ma soprattutto includere, attraverso le varie opportunità che il mondo del volontariato offre, essendo ben radicato ed integrato nel tessuto sociale del territorio».

Chi si rivolge all’Info Point, potrà conoscere ed entrare in contatto con i momenti aggregativi e di sensibilizzazione, con i gruppi di Auto Mutuo Aiuto, con gli Spazi di Ascolto che, come ha sottolineato Ianello, «grazie agli stessi volontari, forniscono un contributo prezioso anche verso i Servizi. In effetti proprio attraverso il volontariato i Servizi hanno una opportunità in più per promuovere inclusione sociale in una Psichiatria sempre più di Comunità»

Il dottor Ianello ha poi ricordato che all’interno della “Conferenza Aziendale di Partecipazione”, a cura del Programma Innovativo Regionale TR89: “Lavoro di Rete, Inclusione Sociale e Lavorativa delle Persone con Disagio Psichico insieme all’Utente Esperto (ESP)”, martedì 30 novembre a Palazzo Leone da Perego a Legnano, è previsto il convegno “Protagonismo degli Utenti nella Salute Mentale: Storia e Prospettive”.

(Gea Somazzi)