Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Dalla Regione 3,5 milioni di euro per gli ospedali del territorio

Più di tre milioni e mezzo di euro stanziati a favore dell'Asst Ovest Milanese, l'azienda che comprende gli ospedali di Legnano, Magenta, Cuggiono e Abbiategrasso: lo ha annnunciato oggi l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, in occasione della conferenza stampa organizzata dopo la seduta di Giunta:  

«Con uno stanziamento di 103 milioni di risorse proprie del fondo straordinario per l'edilizia sanitaria Regione Lombardia prosegue anche nell'XI legislatura il potenziamento delle sue strutture sanitarie nell'ottica della completa attuazione della riforma socio-sanitaria per migliorare
la qualita' di vita dei cittadini lombardi
». Così l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio
Gallera ha commentato i nuovi provvedimenti adottati.

Gallera ha quindi spiegato a cosa siano destinati gli stanziamenti:  «Attraverso il provvedimento approvato oggi  destiniamo 75 milioni di euro ad Ats, Asst, Irccs e Areu per interventi di ammodernamento delle apparecchiature tecnologiche, incremento dei livelli di sicurezza e comfort delle strutture, e miglioramento dell'offerta sanitaria sul territorio (ad es.Pot, Presst). Saranno destinati con delibere successive 20 milioni per interventi minori che le aziende individueranno nei propri piani di investimento e 8 milioni per il completamento di lavori già in essere che necessitano di ulteriori finanziamenti».

«Nello specifico - ha poi detto il titolare regionale della Sanità - oggi andiamo a definire gli ambiti programmatori entro i quali indirizzare gli interventi delle Asst e Fondazioni IRCCS pubbliche ed individuare l'importo massimo indicativo relativo ai progetti per migliorare l'attivita' di programmazione degli enti sanitari, che per concentrare le risorse ed evitare una polverizzazione, abbiamo suggerito siano al massimo due. Tra le novità importanti il ruolo attribuito alle Ats nella fase di programmazione del riordino delle strutture e la valutazione ex post degli interventi dichiarati dalle Asst: più precisamente chiediamo che controllino l'effettiva capacità degli investimenti di raggiungere gli obiettivi prefissati». 

Per l'Ats Città di Milano sono stati messi a disposizione 26.471.000 euro così suddivisi: Ircss Istituto Nazionale Dei Tumori 803.000; Irccs Istituto Neurologico C. Besta 474.000; Ircss Ospedale Policlinico Di Milano 2.210.000; Asst FatebeneFratelli Sacco 3.583.000; Asst Niguarda 2.877.000; Asst Nord Milano 1.300.000; Asst Ss. Paolo e Carlo 3.326.000; Asst Pini/Cto 1.432.000; Asst Ovest Milanese 3.546.000; Asst Rhodense 2.636.000; Asst Melegnano Martesana 2.186.000; Asst Lodi 2.098.000.