Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Calendario S.Erasmo: un 2019 all'insegna dell'«Amor et Fulgor»

É "Amor et fulgor" il titolo del calendario 2019 realizzato con cuore e passione dalla contrada S.Erasmo. L'"opera" targata Corvo per il primo anno è stata presentata nel nuovo maniero di via Canazza a Legnano. Quel che non cambia, invece, è lo scopo benefico dell'iniziativa, che andrà a sostegno dell'acquisto di un'apparecchiatura per la cardiochirurgia dell'Asst Milano Ovest.

A presentare la nuova edizione il gran priore Marco D'Eliso, il capitano Alessandro Clerici e la castellana Anna Visentin. Con loro Jody Testa, che ha annunciato il tema del 2019: «l'amore in tutte le sue sfumature e facce, l'amore per il mondo della contrada». In prima fila il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, con il direttore genereale dell'Asst Milano Ovest Massimo Lombardo. Tra i contradaioli biancoazzurri anche il cavaliere del Carroccio Mino Colombo e il gran maestro Alberto Oldrini.

Sotto la guida del direttore artistico Annamaria Collegari, i fotografi Giulia Alli e Andrea Mezzanzanica hanno realizzato 12 scatti d'autore. «Abbiamo immortalato tutti questi sentimenti in dodici scatti - spiega Collegari -, racchiudendovi la maestosità dei nostri abiti e cercando di ripercorrere tutti i temi che caratterizzano la nostra splendida sfilata».

Come da tradizione, parte del ricavato sarà devoluto ad un ente del territorio, con una donazione pensata ad hoc dal popolo biancoazzurro dopo la guarigione del gran priore non reggente Jody Testa«Abbiamo pensato che, se il cuore è il motore di tutto ed è la base della vita, quale miglior modo se non aiutare l'ospedale di Legnano, acquistando un'apparecchiatura medicale per l'unità operativa di cardiochirurgia? Vista la vicenda accaduta al nostro Jody, ci è sembrato un atto importante da fare». 

Il direttore generale Lombardo ha ricordato che «gli ospedali di Legnano e Magenta rappresentano il primo gruppo lombardo nel trattamento dell'infarto». Il dottor Pagani ha poi aggiunto che essere primi in Lombardia è come «essere primi in Europa in quanto la sanità lombarda non ha nulla da invidiare alle altre Nazioni. A noi riempie il cuore la vostra riconoscenza: ci fa capire che il nostro lavoro è apprezzato e per noi è importante». 

Il sindaco Fratus ha colto l'occasione per complimentarsi con il popolo biancoazzurro per l'impegno nella costruzione del nuovo maniero e poi ha commentato:  «Il tema dell'amore è legato al concetto di donazione: un'azione cui il Palio è dedito, vista anche l'ultima iniziativa benefica a firma del Collegio». Sorridendo, il primo cittadino ha poi aggiunto: «In questa sede mi permetto di ringraziare il dottor Pagani che ci ha riportato un amico, anche se non è riuscito a cambiare i suoi ingranaggi: insomma, è tornato in forma con tutti i suoi difetti». 

Soddisfazione anche per il cavaliere del Carroccio Colombo e per il gran maestro Oldrini, che ha sottolineato con forza «A Legnano non abbiamo solo il Palio, ma anche il sociale: proprio questo è il cuore pulsante della città. Buon anno paliesco a tutti».