Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Odori alle Cascinette, un'interrogazione al Pirellone

Gli odori alle Cascinette di Canegrate, in particolare in zona depuratore, di nuovo sotto la lente di ingrandimento di Regione Lombardia. La consigliera regionale Silvia Scurati (Lega) ha presentato un'interrogazione per fare chiarezza a riguardo.

«Sono convinta - spiega Scurati - che si debba fare tutto il possibile affinché tutte le istituzioni mettano in campo ogni azione per comprendere quali siano le sostanze e le emissioni anomale e si ponga fine una volta per tutte a questa situazione. Va sottolineato che negli ultimi anni i disagi per i cittadini si sono aggravati, dato che i cittadini segnalano, oltre agli abituali miasmi, anche una “puzza chimica” che crea irritazione agli occhi e alla gola».

Attraverso l'interrogazione, quindi, la consigliera regionale chiede «di conoscere i risultati delle analisi effettuate da CAP Holding nel 2018 e nei primi mesi del 2019 a seguito dell'installazione dei nasi elettronici e della conseguente analisi prevista dal bando per identificare le emissioni anomale; di conoscere quali siano le misure che Regione Lombardia intenda intraprendere, in tempi rapidi e certi, per aggredire il problema dei miasmi, coinvolgendo se necessario ARPA, ATS e CAP Holding; di conoscere quali tecniche e strumenti si potrebbero utilizzare per identificare i gas registrati dai nasi elettronici».

(Chiara Lazzati)