Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Crisi Sirti, Giudici chiede un vertice al Pirellone

  • POLITICA / RHO
  • giovedì 21 febbraio 2019
  • 2162 Letture

Una richiesta di audizione urgente al Pirellone per fare il punto sulla crisi occupazionale che ha investito i lavoratori dell’azienda Sirti di Mazzo di Rho. E' quella che ha chiesto questa mattina, giovedì 21, d’intesa con il presidente della Commissione Attività Produttive Gianmarco Senna, il consigliere regionale della Lega Simone Giudici.

Nei prossimi giorni al Pirellone, quindi, ci sarà un vertice tra politici, parti sindacali e proprietà. Lo scopo è poter avere maggiori informazioni e capire quali margini d’intervento possa avere Regione Lombardia in questa partita, sulla scia dell’interrogazione presentata dai parlamentari della del Carroccio Cecchetti e Boniardi.

«A quanto risulta dalle informazioni in nostro possesso – spiega Giudici - la proprietà avrebbe annunciato tagli per 833 lavoratori (su 3600 totali) in Italia, di cui 250 a Rho e in Lombardia. Numeri tutt’altro che trascurabili e che impongono a Regione Lombardia di scendere in campo nelle vesti di mediatrice, per cercare di scongiurare questi tagli o quantomeno per trovare un punto d’accordo capace di ridurre al minimo l’impatto dei licenziamenti. Ciò detto occorre puntualizzare come la Sirti sia un’eccellenza italiana nel campo della realizzazione e manutenzione delle reti di telecomunicazione, coinvolta fra l’altro nella realizzazione del 5G. Contiamo di fissare l’audizione al Pirellone il prima possibile, già nei prossimi giorni; l’incontro sarà fondamentale per capire come agire per giungere ad una soluzione condivisa».

(Chiara Lazzati)