Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

San Vittore, Lega: "Il paese delle buche infinite"

«Il paese delle buche infinite». Così la Lega di San Vittore Olona "etichetta" il paese, puntando il dito contro la condizione delle strade.

«Nonostante le numerose segnalazioni inviate all'amministrazione comunale, la situazione peggiora - sottolineano dalla Lega -. Le strade sono un susseguirsi di buche ed avvallamenti, purtroppo pericolosi e mal segnalati. Ora si sta assistendo ad una nuova evoluzione della situazione, i ripristini effettuati in seguito all'esecuzione di interventi per i sottoservizi (fogna ed altro) cedono e si creano voragini».

A supporto della propria tesi, il Carroccio sanvittorese porta il "caso" di via Silvio Pellico: «Emblematica è la situazione in via Silvio Pellico, dove solo dopo dieci giorni dalla fine dell'esecuzione dei lavori crediamo per la fogna, ha ceduto l'asfalto della sede stradale creando un pericoloso trabocchetto per ciclisti, pedoni ed automobilisti. Solo grazie all'attenzione ed all'iniziativa di privati cittadini il pericolo è stato segnalato con due birilli colorati. A poca distanza è ceduto anche altro ripristino con le medesime conseguenze, asfalto ceduto e buca sottostante nemmeno segnalata».

«Pare incredibile che solo dopo dieci giorni si debba eseguire un nuovo ripristino provvisorio del ripristino provvisorio, in attesa di quello definitivo...sempre che non ceda nuovamente - conclude la Lega -. Viene da chiedersi se questa amministrazione verifica la regolare esecuzione dei lavori appaltati e quali azioni intende intraprendere per porre rimedio a questo sfacelo, che costa problematiche e soldi ai cittadini. Ricordiamo la situazione penosa di via 1° maggio, del Sempione ed ora anche di via Roma. Speriamo che la lista non si allunghi ulteriormente».