Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fusione, Forza Italia: «Ha senso solo con reali benefici per le collettività»

Militanti e consiglieri comunali canegratesi e sangiorgesi di Forza Italia al tavolo per discutere dell'ipotesi di fusione tra i due comuni.

Che San Giorgio su Legnano e Canegrate diventino un unico comune è una possibilità al vaglio dallo scorso settembre, quando i primi cittadini dei due paesi, Walter Cecchin e Roberto Colombo, avevano annunciato l'intenzione di avviare uno studio su un'eventuale futura fusione, confrontandosi tecnicamente con A.N.C.I. e Regione Lombardia. Così anche i forzisti dei due paesi hanno deciso di «definire un comune percorso di approfondimento e valutazione delle problematiche».

«A giudizio di Forza Italia - spiegano dalle sezioni di Canegrate e San Giorgio del partito -, la fase di studio preliminare riveste grande importanza, perché solo in presenza di reali benefici per le due collettività potrà avere senso l’avvio della procedura di fusione. Indispensabile sarà inoltre il coinvolgimento dei cittadini dei due comuni nel processo decisionale: non soltanto a conferma di un’eventuale fusione, ma, ben prima, per conoscerne le opinioni e per recepirne le eventuali proposte».

Per questo, gli esponenti di Forza Italia che siedono nei due Parlamentini cittadini hanno intenzione di seguire congiuntamente il proseguo dell’eventuale procedura di fusione ed organizzare nei due comuni eventi e momenti di pubblico confronto con la cittadinanza.

(Leda Mocchetti)