Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Anche a Legnano il PD porta in piazza i «mille no» alla manovra

Anche a Legnano il Partito Democratico scende in piazza per dire no «alla manovra delle tasse e delle bugie».

«La legge di bilancio più controversa della storia della Repubblica, con il Parlamento trattato alla stregua di un passacarte, ma anche le figuracce in Europa con l’occhiolino fatto ai gilet gialli francesi, la disumanità dei porti chiusi di fronte a poche decine di disperati, gli attacchi alla scienza e ai giornali, l’ambiguità sulle grandi opere e l’ipocrisia sulle banche, e il prezzo che per tutto questo il Paese sta pagando in termini di perdita di denaro e di aumento del debito pubblico (oltre che delle tasse)»: non mancano, per il PD, le ragioni mobilitarsi.

Così, dopo l'iniziativa dello scorso 29 dicembre davanti a Montecitorio, il partito chiama a raccolta «non solo gli elettori di centrosinistra ma anche tutti coloro che intendono far valere il proprio no contro un governo che ogni giorno di più si rivela dannoso per il Paese e pericoloso per la tenuta democratica». "Mille no alla manovra delle tasse e delle bugie" è lo slogan scelto dal PD per la mobilitazione nazionale di sabato 12 gennaio.

Nella Città del Carroccio, la sezione di via Bramante sarà presente con un gazebo in corso Garibadi, all'altezza di via Palestro