Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Alberi secchi al parchetto di via dei Partigiani, Cambiamo Canegrate chiede chiarimenti

Più attenzione al parchetto di via dei Partigiani. E' questa la richiesta dei consiglieri comunali di Cambiamo Canegrate Diego Conti, Annalisa Sormani, Christian Fornara e Alberto Manzalini. In particolare più attenzione è richiesta verso gli alberi piantati ad aprile come benvenuto ai nuovi nati nel 2017. L'estate non è stata clemente con i 12 biancospini, così come non lo è stata con altre essenze del parco, come segnalano dalla lista di opposizione.

Cambiamo Canegrate ha dunque presentato un'interrogazione all'amministrazione comunale. Come sottolinea la lista di opposizione, la piantumazione delle piante di biancospino era un «atto simbolico» con lo «scopo di far maturare nei cittadini di Canegrate la convinzione che l'albero è fonte di vita e che vada preservato». Ora «tutti i dodici alberi di biancospino sono completamente essicati», così come «altre essenze arboree» e i quattro consiglieri di minoranza vogliono sapere dal Comune «chi doveva farsi carico della manutenzione e dell'irrigazione del parchetto», creato da un operatore privato, «chi doveva occuparsi della manutenzione dei dodici alberi appena piantati» e «quali provvedimenti intende prendere l'amministrazione per far fronte alla situazione di degrado e abbandono del parchetto e per il ripristino dei dodici alberi simbolici».

(Chiara Lazzati)