Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sabbia e calcare dai rubinetti, Palazzo chiede spiegazioni

Non è ancora Ferragosto, la politica locale è ancora in stato di riposo, ma Michele PalazzoIo consigliere comunale  e capo gruppo della lista civica “Sognare Insieme Castellanza” è già tornato ad alimentare la sua conosciuta proliferazione di interrogazioni consiliari.

Palazzo "interroga" così sindaco e Giunta per conoscere: "le ragioni e le cause  per cui  i cittadini di Castellanza devono  subire e sopportare il disagio e il disservizio dell’acqua potabile con  sabbia e calcare e se il gestore Amiacque S.r.l –Cap Holding intende  assumersi  la responsabilità e l’onere di pagare i danni materiali procurati a questi utenti"

Il consigliere comunale attende anche "una relazione delle autorità competenti in merito alla qualità dell’acqua potabile a tutela della salute dei cittadini".

 

(Marco Tajè)