Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gente per Nerviano denuncia aumenti per le scuole, l'assessore: "Adeguamento Istat"

«Aumenti di tariffe che potevano essere evitati, viste le pesanti correzioni dello scorso anno». E' questo il giudizio sintetico di Gente per Nerviano sugli adeguamenti previsti dal Comune in ambito attività educative.

«Aumenta di nuovo il costo della mensa scolastica da 4,50 euro (A.S. 16/17) a 4,80 euro (A.S. 17/18), a 4,88 euro al giorno (A.S. 18/19), aumentano nuovamente i costi del pre e post scuola, sono aumentati i costi di frequenza dei Centri Ricreativi Estivi, aumenterà di nuovo il costo di frequenza dell'asilo nido tempo normale da 512 euro dello scorso anno a 520,70 euro e tempo prolungato da 550 euro dello scorso anno a 559,35 euro - denuncia la forza di opposizione tramite i social network -. Aumenti che potevano essere evitati e che caso (non) vuole sia pari all'aumento massimo consentito da Regione Lombardia per la partecipazione alla Misura Nidi Gratis. "Massimo Consentito" non dovrebbe significare "obbligatorio". Nuovi incassi per il Comune al posto di una vera spending review a discapito solo delle famiglie nervianesi che hanno bisogno di tali servizi primari».

Le correzioni delle tariffe, come conferma l'assessore alla partita Sergio Girotti, sono state deliberate nello scorso dicembre. «Non si tratta di aumenti, ma solamente di adeguamenti Istat per evitare di trovarci poi, tra cinque o sei anni, come successo con la vecchia giunta, con tariffe troppo basse negli anni successivi - spiega il vicesindaco -. L'unico vero aumento è quello del centro ricreativo estivo e si passa, per la tariffa minima, da 10 a 12,50 euro alla settimana, mentre per la massima da 40 a 50. Questo è dovuto alla previsione di netto aumento del numero di ragazzi che necessitano di assistenza, in alcuni casi anche uno a uno. L'aumento è stato necessario per rimanere all'interno del bilancio stanziato».

Il centro ricreativo estivo di Nerviano è partito proprio oggi, lunedì 18 e proseguirà fino a luglio, per riprendere poi, dopo la pausa di agosto, nella prima settimana di settembre. «La risposta della cittadinanza è stata ottima - il commento dell'assessore Girotti -. Abbiamo registrato il pieno, con 220 bambini, per tutto luglio. Nessun bimbo di Nerviano è in lista d'attesa».

(Chiara Lazzati)