Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Corse a pelo, un progetto condiviso da Collegio, Comune e "Famiglia"

 Il quarto tentativo di dare al Palio di Legnano un impianto stabile, completo, sicuro, accattivante e soprattutto definitivo è stato "battezzato"  questa sera, lunedì 4 marzo, con un evento, mai accaduto prima, e ha riunito Collegio dei capitani e delle contrade, amministrazione comunale e Famiglia Legnanese.

Al Centro Ippico Etrea, sempre moderno e accogliente nelle sue strutture, è stato il gran maestro Alberto Oldrini investirsi del ruolo di presentatore dell'evento, affiancato dal vice Luca Bonini, da Alberto Romanò in rappresentanza della Famiglia Legnanese, di Donata Colombo esponente del Direttivo del Collegio e di Paolo Cristiani, a capo della organizzazione delle riunioni. Sindaco Gianbattista Fratus e cavaliere del Carroccio Mino Colombo, presenti attraverso un video pre-registrato. Al centro della sala, tutte le reggenze di contrada.

Mai in precedenza, nemmeno ai tempi dell'associazione Il Barbero, si è assistito a un simile concentrato di rappresentanze contradaiole e istituzionali, per aprire la stagione delle corse. Segnale dell'importanza attribuita al progetto condiviso in maniera unanime. Un tempo si lasciava con piacere ad altri (vedi Il Barbero) il compito di curare le corse di addestramento (e guai collegarle al Palio), oggi si parla di condivisione, di comune progettualità, di una "giusta strada su cui indirizzarci".

"Come ogni progetto nuovo - ha commentato il gm Oldrini - sarà necessario aggiustare qualcosa nel percorso che stiamo avviando, ma la consapevolezza per cui tutti crediamo in questa iniziativa rafforza ancor più motivazioni e passione. Torniamo al Centro Etrea, perchè qui abbiamo garanzie di professionalità, di collaborazione, di un impegno costante e continuo durante l'intero anno paliesco. D'altra parre, sono proprio loro che da tre anni gestiscono la pista del Palio".

La pista, ricavata nel campo una volta destinato al parcheggio delle auto, è simile al tracciato del Campo del Palio, ma con diritture più lunghe di 25 metri: "La ragione - ha spiegato sempre Oldrini - risiede nell'offrire a fantini e cavalli una pista di addestramento e quindi più adatta ad un allenamento, come deve essere concepita qui una riunione. Sono convinto che questa pista ci sarà invidiata da tutti. Questo è solo un punto di partenza per confermare il ruolo di eccellenza del nostro Palio".

La sicurezza è garantita dal terreno, vale a dire la sabbia che per dieci anni è stata utilizzata al Campo del Palio e che quest'anno verrà sostituita completamente da un nuovo materiale: "Questa sabbia - ha illustrato poi Franco Etrea - per mantenere e caratteristica, deve essere bagnata in continuazione. Questo lo si può fare, ovviamente, se un impianto rimane attivo tutti i giorni". In effetti, la pista sarà sempre disponibile alle contrade che vorranno testare i cavalli scelti per Palio e Provaccia.

  Comune e Famiglia Legnanese hanno favorito e supportato il progetto, ma l'impegno economico del Collegio occupa una posizione prioritaria, considerato anche il ruolo di organizzatore delle riunioni. Notevole inoltre l’esposizione da parte del gran maestro, assumendosi responsabilità personali non indifferenti.

Se l'installazione di una tribuna per il pubblico resta ancora un sogno, le certezze sono rappresentante dalle date delle tre riunioni, confermate, in domenica 10 marzo (una ventina i cavalli iscritti), domenica 31 marzo e sabato santo 20 aprile, dal mossiere Gennaro Milone, dal contributo (ahinoi...) richiesto per l'ingresso (10 euro a partire dai 18 anni). Su quest'ultimo argomento, le ragioni del Collegio nel pensiero del gran maestro: "In ogni riunione di corse a pelo, in Italia, è richiesto agli spettatori il pagamento di un biglietto - così Alberto Oldrini-. Noi non possiamo più essere una eccezione, come in passato. Noi chiediamo un contributo. Se vogliamo crescere di livello, anche questo passaggio è indispensabile".

Legnanonews trasmetterà in diretta streaming le corse (inizio alle 11, domenica 10 marzo). Cronaca a cura di Mauro Nebuloni e Alessandro Natali. Video a cura di J.J. Bustamante

(Marco Tajè)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI