Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Palio di Legnano, svelato il Peso "simbolo della speranza"

Presentato in Comune il Peso per il Palio 2018 firmato dal designer Alessandro Mendini: «Siamo onorati  - ha esordito in conferenza stampa il sindaco Gianbattista Fratus - che un grande artista come lui abbia accettato di confrontarsi con una tradizione che accende ogni anno la nostra città, rendendola un palcoscenico culturale unico poiché capace di integrare la storia, con il suo fascino, e la contemporaneità. Vogliamo instaurare una tradizione per il Peso, che ha un significato molto importante: il Peso è un simbolo importante di speranza e vittoria e dev'essere onorato da firme di grandi artisti».

Il concetto da cui prende origine il lavoro di Mendini è che tutto sia funzionale e praticabile, ma in grado di esprimere emozioni e sentimenti: «Questo legame sentimentale - ha aggiunto il primo cittadino - è quello che Mendini ha colto nel grande sistema di relazioni del Palio, dove il Peso è il simbolo della speranza. Quella di poterlo stringere alla vittoria». Il Peso, ricordiamo, è una scultura che presenta 1176 grammi di argento e viene consegnato alla contrada vincente del Palio come premio da conservare in maniero. 

Con la presentazione del Peso, si entra nel vivo del Palio 2018 che già questa mattina ha visto quasi tutte le contrade partecipare alle prove libere al campo. Tutti i magistrati presenti al campo per monitorare la situazione. Dal gran maestro Alberto Oldrini soddisfazione per la pista e per l'organizzazione del Palio che «sicuramente sarà accompagnato dal bel tempo». «Noi siamo pronti - ha aggiunto il sindaco Fratus -, io farò di tutto affinchè la mattina Monsignor Cairati benedica la mia mano per un'estrazione che accontenti tutti».

Il Gran Maestro Oldrini ha inoltre annunciato che, a causa di un infortunio, l'attuale Alberto da Giussano, Ivan Caio, non potrà partecipare al Palio e sarà sostituito da Giuseppe Corasaniti, già lo scorso anno all'interno della Compagnia della Morte. 

La giornata di domenica inizierà alle 10.30 con la Messa sul Carroccio e l'opportunità di prendere in piazza l'annullo filatelico ufficiale del Palio 2018. Alle 15.30 invece partirà da Piazza Carroccio il corteo storico con oltre 1.000 figuranti, con arrivo al Campo intorno 16.15. I bambini delle primarie Pascoli e Manzoni intoneranno quindi l'Inno Nazionale prima degli Onori al Carroccio e delle corse dei cavalli. I biglietti saranno in vendita sino al giorno del Palio con apertura alle 10.30 delle biglietterie di via Pisacane e Palermo. Apertura dei cancelli alle 14.30.

Le Forze dell'Ordine stanno lavorando per garantire una sicurezza che «non sia però invasiva per i cittadini, nonostante l'importante presenza da parte delle Forze dell'Ordine» ha sottolineato Fratus che ha ricordato l'ordinanza emessa in questi giorni per evitare la vendita di alcool da asporto. Il presidio degli animalisti autorizzato dalla Questura sarà inoltre monitorato. 

Tutto pronto anche per la Provaccia: 27 le associazioni sportive che vi parteciperanno. Fratus ha infine voluto «ringraziare tutti coloro che lavorano durante l'anno per rendere i Palio sempre più bello». La manifestazione inizierà alle 20, con apertura della biglietteria alle 19. 

Servizio di Gea Somazzi e Manuela Zoni

galleria fotografica di Luigi Frigo