Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Pallanuoto: la Promozione chiude la stagione al terzo posto

La Stagione della Pallanuoto Rari Nantes Legnano termina con tante soddisfazioni inaspettate. La Promozione ha asfaltato Novara (14-5) concludendo il campionato FIN al terzo posto in classifica e centrando in pieno l'obiettivo prefissato all'inizio stagione (nel video il momento finale della gara)

A portare la vittoria Rossi 4 punti, Maimone 3, Terraneo 2, Valneri1, Ruspi 1, Del mastro 1, Sciocco M. 1 e Mattei 1. I biancorossi, sin dal fischio d'inizio, hanno imposto il loro gioco andando in fuga già al secondo tempo.

«La squadra ha risposto alla mia richiesta  - afferma l'allenatore Gojko Separovic  -. Non volevo che si ripetesse il faticoso finale della sfida a Novara dove avevamo strappato la vittoria al ultimo attacco. I miei ragazzi hanno messo in vasca una difesa sicura e un attacco concreto. E così Novara non è riuscita ad entrare in gara». 

Decisa vittoria anche per la RNL della Lega Pro che ha sconfitto Nervi (3-7). Una sfida vinta dai legnanesi nel terzo tempo «quando siamo andati a + 3 - commenta Separovic -. Un vantaggio che potevamo amplificare se non avessimo sbagliato 5-6 occasioni sotto la porta compreso un tiro di rigore. È una vittoria che ci conferma matematicamente  al quarto posto. La squadra ha superato ogni aspettativa visto che l'obiettivo, a inizio stagione, era la salvezza».

 Come ricorda Separovic alla LegaPro resta un ultimo incontro contro la seconda in classifica: Lodi. «Noi siamo in cerca di una vittoria per poter aspirare al terzo posto nel Campionato Pallanuoto Italia LegaPro. Tutto è possibile!». 

L'Under 16 chiude il campionato al primo posto battento a mani basse Lecco (9-2). Prestazioni importanti quelle del portiere Landini e dei giocatori Megale, Dicorrato, Frappoli Vignati, Proverbio e Bassi.

«Come da prassi i ragazzi hanno difeso bene e il nostro  portiere Landini fa davvero la differenza in questa categoria - spiega Separovic -. Nonostante il risultato ritengo che in attacco effettuiamo ancora tanti errori sotto porta. Dobbiamo lavorarci per la prossima stagione. Da segnalare lo strano comportamento dell'arbitro che ha dato un cartellino rosso "diretto" a Megale che però era seduto in panchina! Una scelta arbitrale che ci ha rovinato la festa di fine campionato chiuso al primo posto».