Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sincro RNL: Bonavia e Tiraboschi dritte ai Campionati estivi

Le sincronette della Rari Nantes Legnano Cleofe Bonavia e Martina Tiraboschi staccano il pass per i campionati italiani junior estivi. Ottimi risultati quelli conquistati ai campionati italiani invernali juniores a Roma. 

 La RNL è scesa in vasca le sue due atlete e 4 esercizi. 

Bonavita sulle note del rondò veneziano ha affrontato «in modo egregio tutte le difficoltà dell'esercizio», ottenendo un punteggio di 70.850 che la vede classificarsi 19esima in italia e sesta dell anno di nascita 2001.

 Il doppio tecnico non è stato perfetto: «Cleofe e Martina sono entrate in acqua ben determinate eseguendo la prima spinta altissima - raccontano dalla RNL - purtroppo un errore tecnico ha compromesso il risultato finale. Nella gara del solo libero Cleofe è riuscita a ottenere un buon 69.100 che l'ha vista classificarsi al 28esimo posto. Infine, con il doppio tecnico, Cleofe e Martina, hanno ottenuto il punteggio di 66.700 riuscendo così a staccare il pass per i campionati italiani junior estivi».

Durante la gara di obbligatori, lunga e carica di tensione, vede in acqua 272 atlete che si confrontano su 4 esercizi obbligatori.

Anche in questo caso le due giovani hanno ottenuto risultati eccellenti: un 26esimo posto per Bonavia e un 134esimo per Tiraboschi. 

«Cleofe ha svolto una gara eccellente - raccontano dalla società legnanese -. Confermando  il suo grande talento tecnico e il suo continuo miglioramento ha ottenuto un ottimo 73.627 che l'ha vista classificarsi come 26esima e decima del suo anno di nascita. Anche Martina ha ottenuto un buon punteggio, 66.027, raggiungendo il 134esimo posto in classifica. Entrambe con il miglior punteggio della carriera. Ora si torna in vasca a preparare le prossime gare, con grande entusiasmo e grandi obbiettivi».