Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lasciatevi spiazzare da "L'unico ricordo di Flora Bansk"

L'unico ricordo di Flora Bansk
di Emily Barr
ed. Salani
€ 15,90


A prima vista, Flora Banks sembra una normale diciassettenne. Vive in Cornovaglia con la famiglia, va a scuola, ha una migliore amica che si chiama Paige e che le è accanto da quando avevano quattro anni.

Solo che Flora non è come tutte le altre ragazzine, che vivono intensamente la loro età, divorando letteralmente ogni giornata. Flora vive istante per istante, perchè è l'unica cosa che riesce a ricordare. E questo perchè Flora soffre di amnesia anterograda da quando aveva undici anni: l’anno prima le era stato diagnosticato un tumore al cervello e, con l’asportazione della massa tumorale, ha subito un danno alla parte cerebrale che si occupa della memoria a breve termine. Flora, per questo, non ricorda nulla di quello che le è successo dopo quell’età: sa solo che ha due genitori che le vogliono bene, un fratello più grande che però ora vive lontano, e la sua migliore amica, Paige.
Tutto quello che vive nel presente viene cancellato dopo qualche ora, deve prendere medicine e, per potersi ricordare le cose importanti si scrive sulle mani, sulle braccia, fa fotografie sul telefono, riempie quaderni di note e la casa di post-it.
Questo finchè una sera non accade qualcosa di davvero inatteso: si ritrova sulla spiaggia con accanto un ragazzo che non riconosce, ma che gli appunti sulle mani identificano come Drake, il ragazzo di Paige, alla cui festa di addio ha appena partecipato. Addio perchè Drake il giorno dopo partirà per l’università, andrà in Norvegia. Ma prima di tutto questo bacia Flora, regalandole il primo ricordo indelebile dopo molti anni. Appena arrivata a casa, Flora scrive tutto sul suo quaderno e riempie la sua camera di post-it e bigliettini. Forse Drake è la chiave per sbloccare la sua memoria?

Flora decide che deve scoprirlo, anche se questo significa esporsi a un rischio enorme: viaggiare fino a raggiungere il ragazzo, e farlo da sola. Senza mamma e papà, e soprattutto senza Paige, che non ci ha messo molto a scoprire cosa è successo, e ora non è poi così disposta ad aiutarla... Ma come fidarsi degli altri, se non può fidarsi nemmeno di se stessa? Come uscire dalla sua rete di sicurezza senza la paura di non ricordarsi la strada per tornare indietro? E soprattutto: come diventare grande e indipendente, se finora dipendere dagli altri è stata la regola?

Flora si scrive sul braccio: "Flora, sii coraggiosa". E parte.

Un libro che cattura il lettore fin dalle prime righe, che lo obbliga ad affezionarsi a Flora e a fare il tifo per lei, sussurrandole a bassa voce le cose che lei inevitabilmente dimentica.

Un romanzo che racconta il coraggio: di crescere, di scoprire il mondo e se stessi, di vivere, di amare. Un romanzo scritto per i ragazzi, ma che credo che dovremmo leggere tutti. Per imparare a ricordare le cose importanti, e a dimenticare le superflue.

Consigliatissimo.

Amanda Colombo - Galleria del Libro