Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Un fantasy... vertiginoso: "The Tower"

The Tower. il millesimo piano
di Katharine McGee
ed. Piemme
€ 17,00


Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, dove ogni piano corrisponde un gradino della scala sociale: più in alto sei, più è alto il tuo potere.
E quindi chi abita al millesimo piano, rasenta la perfezione...

Se è cambiata la forma della città, le persone non sono cambiate: tutti desiderano migliorare la propria condizione e salire di livello, tutti vogliono qualcosa. E tutti hanno qualcosa da perdere...
E così anche per la giovane che dal millesimo piano spicca un volo senza possibilità di salvezza... Chi era? Abitava lì? Si tratta di suicidio? Omicidio? O addirittura è un complotto?

Da qui - da questo eccezionale fatto di sangue, il primo dopo 25 anni dalla costruzione della Torre - parte la narrazione corale di personaggi tra loro diversissimi, anche se uniti dalla necessità di sopravvivere in quella scatola per topi dorata che è "The Tower": troviamo la spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare; la viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto; il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno e, quando viene assunto per spiare una ragazza, si troverà imprigionato in una rete di bugie; l'intraprendente Rylin, che un lavoro ai piani alti trascinerà in un mondo - e in una relazione - mai immaginati: la nuova vita le costerà quella vecchia?

E sopra tutti, al millesimo piano del Tower, vive Avery, disegnata geneticamente per essere perfetta.
La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare ...

Tutti vogliono qualcosa. E tutti hanno qualcosa da perdere.
E per qualcuno di loro, quel "qualcosa" è la vita.

Intrigante.

Amanda Colombo