Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nuova biblioteca e più rispetto per il verde pubblico

In relazione alla immagine ripresa nella rubrica "Fotonotizia" pubblicata venerdì 9 agosto, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera


Buon giorno 
Molto bello  leggere e vedere che l’area del Parco Falcone Borsellino possa destare ammirazione agli occhi ed al cuore di un cittadino sensibile ed attento.
Peccato però che questo “polmone verde “ abbia corso o forse corra il rischio di essere in parte sacrificato per un progetto di nuova edificazione. Seppur nobilissime  le intenzioni di dare ai Legnanesi una Biblioteca sempre più capace di proporre, incrementare e soddisfare le esigenze culturali dei suoi fruitori, mi chiedo (al di fuori di ogni polemica politica) se con tutte le aree già costruite  e recuperabili presenti in città,  sia necessario edificarla proprio lì.  Si potrebbe obbiettare che i costi per riadattare un edificio già esistente potrebbero (FORSE?) superare quelli per uno nuovo,  ma è proprio la stessa cultura  (ed una Biblioteca ne è l’emblema ) che ci insegna il rispetto per ciò che storicamente già esiste e il rispetto di quel poco di verde rimasto dove si vive .
Sempre lo stesso cittadino sensibile ed attento potrebbe  un giorno malauguratamente fotografare anziché il parco un  monumento.
Monumento di una cultura che ha sacrificato se stessa .

Roberto Nazari