Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"La festa della Repubblica torni in piazza San Magno"

Egregio Direttore, domenica 2 giugno, si è celebrata la Festa della Repubblica Italiana nata 73 anni fa.

Precedentemente, già nel lontano 1861, in una frase attribuita a Massimo D’Azeglio veniva affermato che “ L’Italia è fatta. Bisogna fare gli italiani”

A distanza di oltre 150 anni gli Italiani non sono ancora fatti. Oggi anche Mons. Cairati durante la Sua omelia ha fatto riferimento alla Festa della Repubblica. In città ci si vanta che nell’Inno di Mameli si recita “ dovunque è Legnano.  

Oggi  alla Celebrazione della Festa della Repubblica sulla Piazza antistante la sede di Associarma la presenza dei cittadini  era pari a ZERO.

Ciò forse perché distratti dal Palio o forse perché il luogo non si presta alla cerimonia ma forse perché gli Italiani sono ancora da fare.

L’augurio è che il prossimo anno la celebrazione possa essere fatta in Piazza San Magno con la dovuta importanza per l’evento e che un unico discorso sia tenuto dal rappresentante di tutta la cittadinanza: il Sindaco.

Gianni Degaudenz


(m. tajè) - Solo la contemporaneità degli eventi del Palio hanno allontanato la celebrazione della festa della Repubblica dal suo luogo naturale. Sicuramente, in futuro, la manifestazione tornerà in piazza San Magno, accolta dai legnanesi, si spera con la dovuta partecipazione e, condividiamo assolutamente la speranza del nostro lettore, con la presenza di un sindaco. Da apprezzare, comunque, l'organizzazione di Associarma, sempre pronta a mettersi a disposizione della città, insieme alla sezione locale dell'Anpi.