Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Comitati e minoranze ricevuti dal commissario prefettizio

Riceviamo e pubblichiamo:

Facendo seguito alle numerose interpellanze presentate negli scorsi mesi alla Giunta Comunale, vi sottoponiamo la presente comunicazione affinchè possiate assumere i corretti atti di competenza.

Attualmente sono in essere alcuni procedimenti che risultano essere viziati nel loro iter:

1. Progetto nuova Biblioteca: l’Amministrazione Comunale ha avviato il procedimento volto alla realizzazione della nuova biblioteca comunale approvando il progetto di fattibilità tecnico economica (art 23 comma 5 del DLGS 50/2016). Tale progetto risultava carente di una serie di valutazioni e di documentazioni che rendono nulla l’approvazione dello stesso si porta ad esempio:

a. Manca lo studio biblioteconomico che costituisce il presupposto del progetto di fattibilità tecnico economico;

b. Manca la valutazione delle possibili soluzioni progettuali alternative. Si fa presente che più volte sono stati depositati scritti su possibili sedi alternative cui non è mai stato dato un riscontro;

c. la carenza di un’attenta analisi dei costi che nel piano economico finanziario pare fortemente sottostimato;

2. Fondazione Sant’Erasmo: la nomina del Consiglio di Amministrazione risulta carente dei controlli sui requisiti richiesti per la partecipazione al bando, con la verifica dei titoli. Chiediamo che vengano effettuati controlli in merito alla veridicità delle dichiarazioni sostitutive.

3. Progetto ampliamento ZTL: il progetto approvato risulta differente rispetto a quello valutato positivamente dalla Sopraintendenza ai Beni Architettonici. Pertanto lo stesso risulta essere carente di un parere obbligatorio e vincolante.

4. ACCAM: L’amministrazione Comunale ha preso atto della deliberazione dei soci confermando la volontà di restare nell’ambito della gestione in house, non valutando compiutamente l’effettiva sussistenza dei requisiti da parte di detta società di proporzionalità 80/20 delle attività di parte pubblica. Si richiede altresì di verificare la veridicità dei contenuti della domanda di iscrizione all’elenco ANAC delle Società in house presentata dal Comune di Legnano e citata nel DUP – sezione 4 Organismi partecipati pag. 96.

5. In merito alla “Fondazione Palio” e alla “Fondazione Cultura” si precisa che ad oggi nessuna decisione è stata presa da parte del Consiglio Comunale

6. AMGA: In merito alla delega al Sindaco Gianbattista Fratus del 05/03/2019, per “indirizzi in merito alla società AMGA Legnano spa – partecipazione all’assemblea straordinaria indetta per il 7/03/2019 per il ripiano dele perdite d’esercizio ed adempimenti conseguenti” si fa presente che la stessa è stata votata dall’Assessore Lazzarini Chiara, in palese conflitto d’interesse. Si richiede per esse la sospensione dei procedimenti avviati e la valutazione dell’assunzione di atti di rettifica degli stessi.

Comitato Legalità a Legnano
Comitato Biblioteca SI e sprechi NO
I Consiglieri dimissionari