Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Quel volo verso Palermo, che disavventura!

Riceviamo e pubblichiamo la lettera-denuncia della nostra lettrice Corinna relativa ad una disavventura avvenuta su un volo Ryanair. Chiesta una replica alla compagnia aerea, non è al momento pervenuta alcuna risposta.


Cari amici,

vorrei raccontarvi la mia disavventura con Ryanair dello scorso 1 Febbraio. Il volo era in partenza dall’aeroporto di Malepensa direzione Palermo (FR1440 delle ore 20). Tutto sembrava procedere normalmente . Dopo circa 30 minuti dall’orario previsto per la partenza ci annunciano che l’aeromobile deve subire la procedura di sghiacciamento altrimenti non può decollare, tale procedura richiederà del tempo. L’equipaggio è molto scortese, non danno informazioni esaustive e non ci danno neanche l’acqua gratuitamente, ma con soli 3 euro. Alle 22.30 circa riusciamo a decollare. Il volo è molto turbolento. Iniziamo finalmente la discesa, c’è vento l’aeromobile è istabile, le persone iniziano ad avere paura. Il pilota tira giù il carrello, io non vedo le luci della pista, e inizio a tenere insieme a mio marito nostra figlia di 2 anni ben salda al sedile. La turbolenza è fortissima, ho paura. Poco dopo il pilota con una brusca manovra vira a destra e risale. Una Signora perde i sensi. Siamo terrorizzati. L’equipaggio non riesce a gestire l’emergenza a bordo, fortunatamente c’era un medico e un’infermiera. Dopo diversi minuti, il pilota annuncia che per avverse condizioni meteo non è possibile atterrare all’aeroporto Falcone Borsellino, atterreremo a Lamezia Terme. Dopo un’attesa infinita alle ore 3:30 del 2 Febbraio ci portano in hotel. NON CI HANNO DATO NE CIBO NE ACQUA. Alle ore 8 eravamo nuovamente in aeroporto a Lamezia Terme. L’equipaggio annuncia che il pilota non è quello della sera precedente, quasi a volerci tranquillizzare. Con un “leggerissimo” ritardo atterriamo all’aeroporto Falcone Borsellino alle ore 11:36. Lunedì sera poco prima del volo di rientro appuriamo che chi attendeva il nostro arrivo(vernerdì sera)  ha visto passare l’aereo sopra il parcheggio dell’aereostazione , l’aereo non era in pista, sembrava che volasse sopra le macchine. Mi sembrava giusto rendere pubblica questa storia, al fine di tutelare l’utenza che ogni giorno affolla gli aerei Ryanair . Con alcuni passeggeri stiamo avviando una procedura legale nei confronti della compagnia. Il trattamento ricevuto non è umano. Io non smetterò di prendere l’aereo ma sicuramente non volero’ mai più con raynair. Venerdì hanno superato ogni limite e ci hanno messo in serio pericolo di vita

Corinna