Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Aule al freddo alla Scuola Raimondi di Rescalda

Egregio Direttore,
con la presente vorrei portare a conoscenza sua e dei suoi lettori l'increscioso fatto che sta rendendo difficile lo svolgimento delle lezioni presso la Scuola Media Raimondi a Rescalda. Dai primi di dicembre mio figlio come tutti i suoi compagni di scuola è costretto a seguire le lezioni con l'impianto di riscaldamento mal funzionante o addirittura spento. Ad esempio oggi nell'aula di informatica c'erano appena 14 gradi. Si tratta di ragazzi che vanno dagli 11 ai 13 anni. Le sembra giusto.
Della cosa è stato informato il sindaco che ha provveduto a inoltrare una segnalazione alla ditta manutentrice. Risultato oggi qualche aula calda, mensa gelata come la sala computer.
E questa sarebbe la buona scuola! Non voglio farne un caso politico perché, per mestiere, so che un impianto così non si guasta in un giorno ma in anni di incuria che hanno visto susseguirsi giunte di entrambi gli schieramenti. 
Sono indignato che venga negato un diritto garantito come quello dello studio, che in un mese abbondante  non si siano trovate soluzioni e che mio figlio, come gli altri suoi compagni, debbano rovinarsi la salute.

Distinti saluti

Mario Piola


(m. tajè) - Sentito in serata, il sindaco Michele Cattaneo conferma lo spessore del problema, ma anche la sua risoluzione: "Il docente incaricato di gestire queste tematiche segnala che il guasto è stato risolto. Resta ancora fredda l'aula informatica dove sarà necessario sostituire i fancoil con i termosifoni. In termini generali, noi come amministrazione non possiamo agire direttamente in questi casi. Dobbiamo rivolgerci a terzi. Il passaggio in più comporta tempi più lunghi".