Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gita fuori porta sul Lago Maggiore in treno a vapore

Questa settimana vi portiamo alla scoperta del Lago Maggiore con un mezzo speciale che vi porterà indietro nel tempo: il treno a vapore. 

ll treno storico, composto da un’antica locomotiva a vapore e da carrozze di inizio Novecento, parteirà dalla stazione di Milano Centrale domenica 16 giugno alle 9.50 con fermate anche a Rho (10.05) e a Legnano (10.30).

Con lentezza il treno porta i passeggeri verso uno luoghi più affascinanti del nostro Paese: la sponda piemontese del lago Maggiore. L'arrivo è previsto a Stresa: qui i viaggiatori potranno scendere dalle loro carrozze vintage per una visita all'affascinante borgo, tra ville nobiliari e curatissimi giardini.

Un battello porterà poi i passeggeri alla volta delle Isole Borromee. La prima tappa è sull’Isola bella, conosciuta  per i suoi rigogliosi giardini barocchi all’italiana. Chi preferisce, in alternativa, può prendere il battello per Santa Caterina del Sasso che ospita un antico eremo a picco sul Lago Maggiore.  

Per chi visita l’Isola Bella, il tour può proseguire verso l’Isola dei Pescatori, l’unica delle Isole Borromee a essere abitata tutto l’anno. Sull’isola si trovano diversi bar e ristorantini ed è caratteristico il mercatino che viene organizzato nei weekend.

Il treno a vapore riparte alle 18 da Stresa alla volta di Milano. L'arrivo a Legnano è previsto per le 19.15, a Rho per le 19.40.  Il viaggio costa 40 euro (da Milano e Rho), 35 euro (da Legnano), per gli adulti e 20 (da Milano e Rho) e 18 euro (da Legnano) per i ragazzi tra i 4 e i 12 anni, mentre è gratis per i più piccoli. Le escursioni in battello sono a parte: 7 euro per l’Isola bella, 7 anche per l’eremo di S. Caterina del Sasso e 9 euro per chi visita entrambe l’Isola Bella e l’Isola dei Pescatori. La prenotazione è obbligatoria.

QUI LA LOCANDINA