Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gita fuori porta in Valtellina sul ponte tibetano più alto d'Europa

Questa settimana torniamo in alta quota e vi proponiamo una gita fuori porta a tutta adrenalina sul ponte tibetano più alto d'Europa. Si tratta del Ponte nel Cielo da pochi giorni inaugurato in Valtellina: lungo 234 metri e sospeso a oltre 140 metri di altezza, collega i due versanti della Val Tartano (Campo Tartano a quota 1034 metri e il maggengo Frasnino, a 1038 m) superando l'omonimo torrente. 

«Il Ponte - scrive il sito valtellina.it -, realizzato dal Consorzio Püstarèsc con la pavimentazione costituita da 700 assi in legno di larice della Val Tartano, è percorribile da tutti (anche dai bambini) e offre ai visitatori e agli escursionisti una vista panoramica unica: dalle montagne alla verde vallata del Tartano, dalla diga di Colombera al maggengo Frasnino sino al fondovalle della Valtellina che culmina nel lago di Como». 

Nello spiazzo in piano all'altezza di Frasnino, inoltre, sarà creato un luogo per il birdwatching: oltre ad aquile e civette, sarà possibile avvistare anche il gallo cedrone, simbolo del Parco Regionale delle Orobie Valtellinesi.

Orari e Biglietti

Il Ponte nel Cielo è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.30 (al sabato fino al tramonto).
Costo del biglietto: 5 euro (vale tutta la giornata e per più passaggi - gratuito per bambini e ragazzi fino alle medie).

La biglietteria si trova in via Costa, a Campo Tartano dove è presente un parcheggio e un albergo con possibilità di ristoro: da qui lungo un sentiero di circa 10 minuti di percorrenza si accede al Ponte Tibetano. Un bivacco è presente anche in località Frasino. 

Il consorzio ha pensato ad una iniziativa molto coinvolgente per sostenere i costi del Progetto: con una donazione di 100 euro chiunque puoi aggiudicarsi una delle 700 assi che costituiscono la pavimentazione della passerella. Per la gradita donazione il Consorzio consentirà infatti al donante di passare gratuitamente sul ponte negli orari di apertura per un periodo di 3 anni dalla data di inaugurazione del ponte, di usufruire della baita bivacco consortile realizzato in Frasnino e si vedrà indicato il proprio nominativo sulla bacheca preposta installata alla partenza del ponte. 

Per maggiori informazioni consigliamo di visitare il sito ufficiale del Consorzio Püstarèsc

foto di copertina a cura di Matteo Barlascini.

 

(Valeria Arini)