Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A Palazzo Leone da Perego "Bentornato sergente"

Si intitola "Bentornato sergente" (Edizioni La Mano)  il nuovo libro che lo storico Giacomo Agrati presenterà venerdì 26 aprile alle 21 a Palazzo Leone da Perego a Legnano.

In questo suo lavoro Agrati racconta la vicenda dell’alpino Raoul Achilli, legnanese di adozione  e caduto in combattimento durante la Campagna di Russia (1941-1943), al quale l’amministrazione comunale ha dedicato una piazza. Per il comportamento eroico in quella drammatica campagna a Raoul Achilli fu conferita la Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Sullo sfondo di avvenimenti che hanno segnato il secondo conflitto mondiale, la storia di Raoul è molto simile a quella di migliaia di altri soldati ma, grazie alle lettere che il giovane alpino inviò in quegli anni alla sua famiglia, si è potuto conservare una preziosissima testimonianza di quel periodo ma soprattutto conoscere le aspettative, le speranze ma anche le delusioni che accompagnarono le esistenze di quei soldati impegnati al fronte e in battaglia.

Da non dimenticare poi l’incontro con Mario Rigoni Stern, autore del più noto romanzo sulla Campagna di Russia "Il sergente nella neve" che, in molti dei suoi scritti, ricorda il giovane Raoul. Sebbene Raoul non abbia avuto la fortuna di sopravvivere alla guerra, i suoi scritti e i ricordi di chi lo ha conosciuto sopravvivono per lui tanto da farci pensare che quel “sergente nelle neve” possa essere anche in po’ Raoul.

Quella che Agrati ha cercato di narrare in queste pagine è la storia di un giovane, figlio del suo tempo, che ha creduto negli ideali che sin da piccolo lo hanno accompagnato nella sua crescita: dovere, onore e amore per la propria patria. In questi ideali ha riversato ogni sua risorsa con volontà, costanza ed entusiasmo pagati a caro prezzo con la vita a soli ventidue anni.

Il volume è stato stampato all’interno dei laboratori della Cooperativa La Mano di Legnano che da più di trent’anni offre possibilità di lavoro e di impiego a persone disabili o svantaggiate e che con le sue edizioni si è aperta nel 2018 al mercato editoriale.

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI