Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Premio Poesia Tirinnanzi, il bando della 37° edizione

In copertina, un'immagine della cerimonia di premiazione della 36° edizione del Premio di Poesia Città di Legnano - Giuseppe Tirinnanzi


Il comune di Legnano e l'associazione culturale Famiglia Legnanese, per ricordare il poeta Giuseppe Tirinnanzi (Firenze 1887 - Legnano 1976) hanno indetto la 37° edizione del Premio di Poesia Città di Legnano - Giuseppe Tirinnanzi. Il bando è stato emesso nei giorni scorsi e anche quest'anno il Premio si divide in tre sezioni: lingua italiana, dialetto e premio alla carriera. La partecipazione è libera e gratuita.

La sezione "Lingua Italiana" è riservata a libri editi nell’ultimo biennio. Si partecipa spedendo un libro di poesia stampato tra il 1° gennaio 2017 e il 30 aprile 2019, che va inviato entro il 30 aprile 2019 al presidente Buffoni (al MaGa di Gallarate) e alla segreteria del premio alla Famiglia Legnanese (tre copie alla segreteria e una copia al presidente Buffoni. La giuria tecnica, composta da Franco Buffoni, Uberto Motta, Fabio Pusterla e assistita dal presidente della Famiglia Legnanese, dal sindaco di Legnano, da un membro della Famiglia Tirinnanzi e dal segretario del Premio, sceglierà tre libri i cui autori saranno invitati alla cerimonia di premiazione che si terrà a Legnano sabato 19 ottobre 2019 alle 17.00 al Teatro Tirinnanzi di piazza IV Novembre.
Come accade ormai da anni, alcuni testi di ciascun finalista saranno stampati nel programma di sala e nel corso della cerimonia ciascuno dei tre finalisti sarà intervistato da Buffoni e verrà invitato a leggere le poesie stampate nel programma. A scegliere il vincitore finale della sezione italiano sarà il pubblico, che esprimerà su apposita cartolina il proprio voto.

La seconda sezione è quella riservata ai dialetti di area lombarda e svizzero-italiana. Si partecipa inviando un libro di poesia stampato tra il 1° gennaio 2014 e il 30 aprile 2019, oppure una silloge inedita composta di almeno 30 poesie. Il libro edito o la silloge inedita vanno inviati entro il 30 aprile 2019 alla segreteria e al presidente Buffoni. La giuria sceglierà un vincitore che sarà invitato alla cerimonia di premiazione al Teatro Tirinnanzi.

Terza e ultima sezione, il "Premio alla Carriera" della Fondazione Tirinnanzi. Già assegnato nel 2010 a Luciano Erba, nel 2011 a Franco Loi, nel 2012 a Giampiero Neri, nel 2013 a Giorgio Orelli, nel 2014 a Vivian Lamarque, nel 2015 a Milo De Angelis, nel 2016 a Valerio Magrelli, nel 2017 a Maurizio Cucchi e nel 2018 a Biancamaria Frabotta, il premio verrà assegnato a un poeta di chiara fama che si sia particolarmente distinto nella propria ricerca linguistica, tematica e nell’impegno civile.

Negli ultimi anni il premio, ormai punto di riferimento a livello internazionale - vi partecipano poeti
sia italiani che svizzeri -, ha sempre riscontrato un buon successo, con una media di circa 190 poeti partecipanti, il 10% circa per la sezione dialettale.

QUI IL BANDO DELLA 37° EDIZIONE DEL PREMIO

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI