Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Alla sala Ratti le ultime parole di un condannato a morte

Nel video l'intervista nel Salotto di Legnano a Paolo Scheriani e Nicoletta Mandelli

«Dicono che esiste un meccanismo di grande precisione che permette di misurare il tempo di vita che viene negato ai condannati, calcolato in secondi, minuti, ore, giorni, anni. Lo chiamano il meccanismo dell’ombra. Il meccanismo dell’ombra dà voce alle ultime parole di un uomo prima di morire. Prima di essere ucciso». E' a queste parole che Paolo Scheriani, della compagnia Schieranimali Mandelli, darà voce, nello spettacolo in programma martedì 17 aprile alla sala Ratti di Legnano.

Un monologo forte e intenso, come una lunga canzone, con rimandi a un immaginario facile da trovare nei testi di Bob Dylan o di Johnny Cash. «Una esperienza - la definiscono gli attori-registi - che coinvolgerà direttamente il pubblico. Ad ogni partecipante verrà assegnato aun tesserino di riconoscimento (avvocato difensore, pubblica accusa, giornalista, parente del condannato, parente della vittima etc…) e a tutte le persone che assisteranno all’esecuzione verrà offerto vino, caffè caldo e ciambelle, prima e dopo l’esecuzione, come avviene realmente in alcuni Stati Usa». Uno spettacolo nato nel 1999 a sostegno della moratoria contro la pena di morte ma che a distanza di 20 anni è ancora tremendamente attuale. «Invitiamo tutti a venire a vederci anche chi è a favore della pena di morte», è l'invito dei protagonisti che danno appuntamento alla sera di martedì 17 aprile. 

Posto unico € 12

per info e prenotazione  320.6757853

www.teatroallecolonne.it  - teatroallecolonne@gmail.com

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI