Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

All'Insubria: riapre la stagione concertistica dell'ateneo

Con l’inizio del nuovo anno riprendono gli attesi appuntamenti con la Stagione Concertistica d’Ateneo: la rassegna musicale offerta gratuitamente dall’Università degli Studi dell’Insubria alla cittadinanza e diretta dal Maestro Corrado Greco. Il prossimo appuntamento in calendario è venerdì 19 gennaio, alle 18, nell’Aula Magna di via Ravasi 2, a Varese, con il Classico Terzetto Italiano, Ubaldo Rosso, flauto; Carlo De Martini, violino e viola; Francesco Biraghi, Chitarra. 

La compagine musicale presenterà un concerto per violino e viola, flauto e chitarra eseguito con strumenti d’epoca su musiche scritte a cavallo tra Settecento e Ottocento, quando, con la fine dell’epoca classica e i nuovi ideali che la Rivoluzione Francese aveva diffuso in Europa, molta musica composta nelle capitali europee cominciò a essere destinata a un consumo pubblico o privato ampio e capillare, non ristretto cioè soltanto alla nobiltà o ai ceti sociali più ricchi come era avvenuto nell’immediato passato.

Il concerto del Classico Terzetto Italiano spazierà da Joseph Weigl, Francesco Molino, a Joseph Küffner e culminerà nella celebre Ouverture de “La Gazza ladra” di Gioachino Rossini. L’ingresso è come sempre libero e gratuito. Nell’eclettismo di stili e di generi che contraddistingue la Stagione Concertistica di Ateneo, il successivo appuntamento del 23 febbraio “Fun music!” sarà dedicato al repertorio più brillante per sassofono e pianoforte. Una combinazione inusuale dall’esito travolgente e all’incrocio tra classica e jazz.

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI