Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A Legnano cresce l'imprenditoria, 53 nuove aziende nel 2018

Crescono le imprese a Milano città metropolitana, secondo i dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sono circa 303 mila, circa 4 mila in più in un anno, + 1,3%. Prosegue la crescita in tre anni, + 3,6%. Traina la crescita nel 2018 la città (+1,8% e +5% in tre anni) rispetto alla cintura (+0,6% e +1,6%) formata dagli oltre cento comuni. Tra i primi comuni per numero di imprese attive, dopo Milano, vengono Sesto San Giovanni (5.486 imprese) e Legnano (5.116). Seguono Cinisello Balsamo (4.797) e Rho (3.675). Tra i primi anche Cologno Monzese (3.404), Paderno Dugnano (3.108), Rozzano (2.489), San Giuliano Milanese (2.452) e Bollate (2.368). Nell’area metropolitana sono due milioni gli addetti ed è di circa 500 miliardi il fatturato annuale.

A LEGNANO IMPRESE IN CRESCITA - Legnano è il terzo Comune per numero di imprese nel territorio dell'Area Metropolitana. Le imprese attive sono passate da 4.946, nel 2015 a 5.116, nel 2018 con un incremento del 3,4%, per un totale di 170 nuove aziende in tre anni, 53 nel 2018. Un dato interessante riguarda anche l'età dato che il 10 % delle imprese legnanesi attive sono state aperte da giovani. Al quindicesimo posto troviamo Parabiago con 2.069 imprese attive con una crescita dell'1.3%

IMPRESE IN CRESCITA ANCHE NELL'ALTO MILANESE - Secondo solo alla "Cintura Nord" di Milano, il comprensorio dell'Alto Milanese che comprende Castano Primo, Legnano e Parabiago conta 17.888 imprese attive nel 2018 con un aumento dell'1,4% rispetto agli ultimi tre anni: nel 2015 le imprese attive erano 17.634. 

LA CRESCITA PER SETTORI - 

I più turistici, per peso del settore alloggio e ristorazione, sono Bubbiano (11% di tutte le imprese), Trucazzano (10%), Bellinzago e Mediglia (9%), ma anche Garbagnate, Bresso, Cassano d’Adda (8%), Melzo. Tra i primi anche Milano (7%). Tiene bene il settore anche a Legnano dove le imprese legate ad alloggio e ristorazione sono 321 (6%).

I più femminili per peso delle imprese femminili, sono Nosate (30%), Besate, San Vittore Olona (24%). A Milano il dato è del 17,3% in linea con l’area metropolitana (17,6%). A Legnano il dato è del 19,8% con 1015 imprese femminili attive, mentre a Milano è del 17,3%, in linea con l'area metropolitana (17,6%).

I più etnici per peso delle imprese straniere sul totale, sono Baranzate (48,8%), Pioltello (32%), Cinisello (28%), Lacchiarella e Sesto (27%). A Milano il peso è del 17% rispetto alla media territoriale del 16%. A Legnano il peso è del 16% con 819 imprese straniere su un totale di 5.116. Seguono, nel territorio dell'Alto Milanese, Cerro Maggiore (+15,1%), San Vittore Olona (+13,5%), Canegrate (+11,7%), Busto Garolfo (+10,9%) e Nerviano (+9,3%). 

«Nel  bilancio di inizio anno della Camera di commercio, l’area legnanese mostra un andamento positivo dal punto di vista imprenditoriale. È costante la crescita delle imprese negli ultimi anni, fino a superare quota cinquemila in questo ultimo periodo. Come territorio esteso ai comuni circostanti ha un peso significativo, con circa il 6% di tutte le imprese dell’area metropolitana. Emerge il forte contributo all’economia di giovani, donne e stranieri», è la dichiarazione di Beatrice Zanolini, consigliere della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi

 

(Valeria Arini)