Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Restituiscono un portafoglio, in casa trovano un ricercato

I carabinieri bussano alla porta per restituire un portafoglio e scoprono di avere davanti un ricercato. Proprio così, la proprietaria di casa che ha accolto i militari era in compagnia di un latitante di origine marocchina. L'uomo è stato arrestato dai militari della Stazione di Cornaredo che lo hanno individuato quasi per caso nella serata di ieri, lunedì 28 gennaio, a Cornaredo.

Il ricercato è risultato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ad ottobre 2017 dal Tribunale di Como per reiterate violazioni della normativa sugli stupefacenti.

Tutto è iniziato quando un residente ha consegnato alla Stazione dell’Arma locale un portafoglio che aveva trovato per strada. All’interno c’erano alcuni documenti personali della proprietaria, una donna marocchina di 22 anni e residente nella zona di via Levi, incensurata. I militari, impegnati in un normale servizio di pattuglia, hanno così deciso di recarsi nell’abitazione per restituirglielo poco dopo.

Una volta arrivati, però, hanno notato che la donna era in compagnia di un 29enne, in Italia senza fissa dimora e nullafacente, pertanto insospettiti hanno deciso di approfondire il controllo, scoprendo che lo stesso era ricercato da tempo.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Milano San Vittore.