Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fuori dalle Carducci, 58enne armato con pistola a salve

Scatena il panico vicino alle scuole primarie Carducci con una pistola a salve in mano: un 58enne canegratese è stato bloccato dalla Polizia Locale e denunciato nella mattinata di oggi, 16 maggio. 

Tutto è iniziato poco dopo le 8.30, quando il 58enne con in tasca due coltelli serramanico ha bussato alla porta di casa di un conoscente, pretendendo di recuperare un credito di alcune migliaia di euro. Dopo un primo diniego da parte del conoscente, il 58enne, residente a Canegrate, lo ha spintonato con violenza e ha estratto una pistola puntandogliela addosso. 

Nella via, che al momento era molto affollata per via dell’ingresso a scuola dei bambini e delle bambine che frequentano l’istituto elementare Carducci, si è scatenato il panico. Una pattuglia della Polizia Locale che stava effettuando proprio il servizio scolastico è immediatamente intervenuta. Bloccato prontamente, gli agenti del Comando di Corso Magenta hanno appurato che l’arma che reggeva in pugno era a salve, alla quale era stato asportato il tradizionale “tappo rosso”. In seguito a una perquisizione personale, il 58enne è stato trovato in possesso anche di due coltelli a serramanico.

Successivamente sono stati eseguiti i controlli alla banca dati delle Forze dell’Ordine da cui è emerso che l’uomo risultata già gravato da diversi precedenti di polizia in tema di possesso di armi e delitti contro la persona. Ciò ha portato gli agenti di Legnano a richiedere l’ausilio dei colleghi di Canegrate per effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione del 58enne dove sono stati rinvenuti altri sette coltelli, un machete e una balestra con 22 dardi. Le armi sono state sequestrate e messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per esercizio arbitrario delle proprie ragioni, violazione di domicilio, omessa denuncia di detenzione di armi e possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.