Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Spacciava marijuana "a domicilio": fermato pusher

Ormai dalla fine di gennaio aveva avviato una florida "attività" di spaccio di marijuana a numerosi giovani della zona, che avvicinava soprattutto nei paraggi di alcune strutture scolastiche e, la sera e nel tardo pomeriggio, nei pressi di alcuni fast food cittadini.

Così, oggi, lunedì 20 marzo, i Carabinieri della stazione di Busto Arsizio, a conclusione di una breve attività investigativa, hanno fermato e denunciato un cittadino tunisino, disoccupato e pregiudicato

Il pusher aveva escogitato un sistema di "consegne a domicilio": utilizzando una bicicletta, sotto il cui sellino nascondeva la droga già suddivisa in piccole dosi, recapitava direttamente ai clienti la sostanza stupefacente, appunto nei pressi delle scuole o dei fast food. 

Durante le indagini, gli uomini dell'Arma hanno identificato e fermato, oltre ad un centinaio di acquirenti, anche cinque assuntori che hanno ripetutamente acquistato la droga e sono stati di conseguenza segnalati alla competente autorità amministrativa. Sono stati inoltre sequestrati circa 40 grammi di sostanza stupefacente.

Quello avvenuto nelle scorse ore è l'ennesimo intervento dei Carabinieri finalizzato ad intercettare e fermare lo spaccio di droghe leggere tra i giovani - in alcuni casi giovanissimi - che si radunano nel centro storico di Busto Arsizio. 

(Leda Mocchetti)