Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Busto Garolfo "bussa" al Pirellone per una nuova auto e strumenti per la Polizia Locale

Busto Garolfo "bussa" al Pirellone per chiedere un finanziamento per un nuovo mezzo, due body cam, 3 fototrappole e un armadio blindato per la custodia delle armi per la Polizia Locale. La Regione, infatti, ha messo a disposizione dei Comuni lombardi 2.600.000 euro per l'acquisto di dotazioni tecnico-strumentali e per il rinnovo del parco autoveicoli delle Polizie Locali con un apposito bando, e da Palazzo Molteni hanno deciso di candidarsi per il cofinanziamento.

Scopo della proposta presentata dalla giunta guidata da Susanna Biondi il miglioramento della sicurezza territoriale in paese. «Senza sicurezza - si legge nel progetto - non c’è legalità, esiste uno stretto legame fra la natura della vita comunitaria e la sicurezza, e nel tempo il concetto di sicurezza sociale si è ampliato fino ad inglobare le funzioni di protezione sociale indicandole quali strumenti per l’esercizio effettivo dei diritti civili. [...] I comportamenti devianti generano sensazioni di pericolo e di assenza di tutela, ma la sicurezza percepita è anche una questione di ordine pubblico, di controllo del territorio, di tutela della salute, di integrazione etnica, di difesa dei diritti, di accesso ai servizi, di trasparenza dei comportamenti pubblici, e quindi di tutte le manifestazione di violazione e disprezzo delle regole civili. Ogni politica per la sicurezza deve quindi tendere alla produzione della maggiore "sicurezza dei diritti di tutti", e le reti di relazione, il senso civico, di appartenenza e di responsabilità sono elementi essenziali per definire la consistenza della sicurezza urbana, quale funzione propria degli enti locali, e dove la Polizia Locale opera quale elemento di composizione della dimensione relazionale, anche utilizzando strumenti coercitivi, con accesso a finanziamenti regionali in materia di sicurezza, utili per lo sviluppo delle dotazioni strumentali finalizzate all'aumento della capacita operativa della polizia locale».

Il costo del progetto candidato da Busto Garolfo al bando è di poco superiore a 26mila euro.

(Leda Mocchetti)