Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sembrava una fidata colf, invece, era una ladra

         Da anni lavorava come donna di servizio nell’abitazione di una facoltosa famiglia castellanzese, ma nel contempo rubava preziosi e denaro. E' stata smascherata dai carabinieri della stazione di Castellanza ed è stata denunciata in stato di libertà per il reato di furto ed utilizzo indebito di mezzi di pagamento.

La colf, infatti, non si era accontentata di sottrarre oggetti preziosio dall’abitazione, ma ha pensato anche di impossessarsi del bancomat prelevando, in diverse circostanze (sempre presso la stessa filiale di castellanza) poco più di 8mila euro.

I carabinieri durante le indagini hanno raccolto le immagini di videosoroveglianza dell’istituto di credito dove si vedeva la donna in azione. E quando i componenti della famiglia hanno visto i frame, che immortalavano la loro donna di servizio impegnata ad effettuare i prelievi fraudolenti, non hanno creduto ai loro occhi. 

Le foto che incastravano la colf sono state mostrate proprio quando la donna era ancora in servizio in casa.  Immediatamente allontanata, la donna ora dovrà rispondere dei reati a lei contestati.