Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Caso Castellanza Servizi: "Regolari le fatture di Alberto Romanò"

  Alberto Romanò, l'imprenditore legnanese coinvolto nella vicenda di Castellanza Servizi, che ha portato agli arresti domiciliari del direttore generale Paolo Ramolini "è a disposizione della Magistratura per chiarire la propria posizione, nutrendo fiducia nel lavoro della stessa". Arriva in serata dall'avvocato Maira Caucci la nota relativa a quest'ultimo caso che ha riportato Legnano sulle pagine delle cronache giudiziarie.  

 "A seguito della diffusione delle notizie di cronaca relative ad una indagine in cui risulterebbe coinvolto il sig. Alberto Romanò, la difesa avv. Maira Cacucci, intende precisare che il procedimento è in fase di indagini preliminari, motivo per cui il sig. Romanò è a disposizione della magistratura per chiarire la propria posizione, nutrendo fiducia nel lavoro della stessa. Inoltre - si sottolinea- le fatture citate negli articoli di stampa sono regolari e inerenti a lavori debitamente eseguiti dall’Impresa, dimostrati attraverso la documentazione già prodotta in atti dall’imprenditore".