Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cartoleria Cremonesi: "Chi cerca, trova"

Non c'è come un trasloco oppure anche solo la vogli di sistemare un cassetto, per ritrovare cose smarrite nel tempo. E, quando si ritrovano, alla soddisfazione si unisce anche il desiderio di ritrovare l'eventuale proprietario, se non appartiene a noi stessi.

E' quanto accaduto oggi a Nicola Cavallari, impegnato a sistemare i locali della Cartoleria Cremonesi, chiusa dall'agosto scorso.

"Sistemando il negozio - spiega Nicola - tra le varie cose, ho trovato un libro che qualche ciente ha dimenticato da noi. Si tratta di un volumetto del 1969 del costo di  2,000 lire! Oggi, dovrebbero equivalere a 19 euro, ma allora erano soldi. Più che altro credo che chi gira con un libro di questo spessore culturale, non nuovo ma datato, sia persona che ci tenga. Penso che promuovendo il ritrovamento si possa sperare di raggiungere il proprietario. Importante è capire come stabilire che sia il proprietario...".

Noi ci proviamo. Resta l'ultimo punto sottolineato da Nicola. Capire chi sia davvero il proprietario. Lasciamo così in sospeso l'anno in cui il libro è stato smarrito in Cartoleria. Vediamo, se chi dovesse presentarsi, saprà indicare almeno l'anno.

Il libro edito da Einaudi Editore appartiene alle collezioni storiche di poesie di Ovidio: "L'arte di amare". La pagina a sinistra in versi latini, a destra la traduzione. Insomma, un manuale sì di sentimenti amorosi e delicati, ma anche di profonda cultura latina, il cui smarrimento dovrebbe aver creato un grosso dispiacere al suo proprietario. Oggi, è stato ritrovato ed è pronto a tornare a... casa.

(Marco Tajè)