Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

«Fra tre anni, avremo acqua potabile dall'Olona!»

«Con grande soddisfazione, possiamo riferire che il 15 novembre verrà consegnato il progetto esecutivo delle opere del depuratore di Varese Pravaccio . Il 18 novembre si riunirà la commissione  per la validazione tecnica del progetto, che nella stessa settimana verrà trasmesso ad ATO (ufficio d’ambito) per l’ approvazione definitiva. Si tratta delle opere più importanti e dal costo maggiore tra tutte quelle dei depuratori del nostro fiume. Seguiremo passo passo tutti gli sviluppi , come abbiamo fatto sino ad ora". Il messaggio carico di positivita è dell'avv. Franco Brumana, trascinatore del gruppo Gli Amici dell'Olona, che rivolge altresì un ringraziamento a Paolo Mazzucchelli, presidente di ALFA srl, in quanto "ha dato una svolta operativa a questa società e confidiamo che presto i lavori vengano appaltati e che si proceda alacremente anche per gli altri depuratori».

             La notizia è stata ampiamente descritta dal quotidiano online Varesenews . L’intervento che genera ottimismo nell'avvocato Brumana «comporterà un totale efficientamento dell’impianto, che funziona correttamente, ma che è necessario rendere più performante. Sarà eseguito un revamping del depuratore, una misura essenziale pensando al futuro e per rispettare al contempo le direttive europee». La procedura avrà un costo di 5 milioni di euro: «Una cifra già disponibile, grazie agli ex fondi Cipe che i comuni avevano stanziato dal 2012 al 2016 proprio per interventi di questa portata», conferma Mazzucchelli alla testata varesina.

«Si tratta di una sfida enorme – conclude Mazzucchelli, intervistato da Varesenews – e noi siamo solo all’inizio: il lavoro per la riqualificazione degli impianti è appena cominciato, ma stiamo cercando di operare con impegno per il nostro fiume».

«Fra tre anni, avremo acqua potabile dall'Olona!», esagera (solo un pochino) l'avvocato Brumana, ma, finalmente, quando lo si incontra e gli si chiede del nostro fiume, sorride come mai visto in precedenza! Cin cin, avvocato!

(Marco Tajè)