Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Premio di poesia Tirinnanzi - città di Legnano: vince Andrea De Alberti

E' Andrea De Alberti il vincitore della 37esima edizione del Premio di poesia Città di Legnano - Giuseppe Tirinnanzi. La "corona di alloro" per lui è arrivata dopo la selezione della giuria dei mesi scorsi e il voto decisivo (testa a testa fino all'ultima scheda) del pubblico presente in sala durante la finalissima di oggi, sabato 19, al teatro Tirinnanzi di Legnano.

De Alberti ha dovuto confrontarsi con le altre 168 opere pervenute per la categoria poesia in italiano del premio. Il poeta, classe 1974 di Pavia e autore di "Dall'interno della specie", ha vinto con 58 voti. A soli due punti di distanza Antonio Riccardi con "Tormenti della cattività" (56 voti) e Fabrizio Lombardo, "Coordinate per la crudeltà" (40 preferenze).

Gianfranco Bononi, presidente della Famiglia Legnanese (che con il Comune e la Fondazione Tirinnanzi indice ogni anno l'evento) ha sottolineato come il Premio sia ormai diventato un «riferimento» non solo sul piano nazionale. Oltre a premiare i poeti contemporanei più significativi della letteratura italiana, l'iniziativa gode di attenzione anche in Svizzera: il premio ha il patrocinio della presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero per i beni e le attività culturali, del consiglio di Stato della Repubblica e Cantone del Ticino - Svizzera.

La giuria tecnica presieduta da Franco Buffoni aveva inoltre già selezionato e decretato i trionfatori per la categoria dialetto (Daniele Gaggianesi, menzioni speciali per Renato Laffranchini, Gianluigi Crivelli e Ferruccio Giuliani) e per il premio alla carriera (Antonella Anedda Angioy).

Immagini a cura di Luigi Frigo

(Chiara Lazzati)