Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Servizio civile nazionale: "Cambia ritmo in Comune"

Il Comune di Castellanza, in collaborazione con Anci Lombardia, ha aderito al bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, che offre ai giovani l’opportunità di partecipare attivamente alla vita della propria comunità, attraverso esperienze di servizio di pubblica utilità.

Questa proposta è in piena sintonia con gli obiettivi di partecipazione che sono alla base del programma amministrativo della Giunta Cerini e offre la possibilità di un ‘esperienza di servizio e crescita personale.

L’opportunità è offerta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni.

Quest’anno i progetti con cui il comune di Castellanza partecipa al bando diventano 3 e prevedono 6 posizioni: 

PROGETTO CULTURA IN PROVINCIA DI VARESE

Le posizioni offerte presso il Servizio Biblioteca sono tre e si occuperanno di:

•          Patrimonio librario e multimediale: operazioni di prestito ed interprestito, riordino dei documenti;

•          Rapporti con l’utenza: guida all’uso della biblioteca, ricerche bibliografiche;

•          Servizio internet: iscrizioni, registrazioni, connessioni;

•          Promozione della struttura e della lettura: attività per la valorizzazione del patrimonio librario e documentale della biblioteca con particolare attenzione a specifiche fasce d’utenza.

Inoltre, la terza posizione avrà come obiettivo specifico:

La fruizione dell’archivio fotografico del territorio sia per la consultazione on-line sia per la consultazione in sede, che prevede:

-          la digitalizzazione del materiale fotografico del territorio già in possesso del Comune e non ancora catalogato;

-          l’acquisizione di nuovo materiale consegnato dai cittadini e la relativa catalogazione;

-          l’apertura al pubblico;

-          l’implementazione del sito dedicato.

PROGETTO EDUCAZIONE IN PROVINCIA DI VARESE

Il progetto prevede la realizzazione di diverse attività in stretto contatto con le realtà scolastiche territoriali.

Il volontario verrà inserito nelle scuole di Castellanza come risorsa per il potenziamento di vari servizi. In particolare avrà la possibilità di occuparsi, in affiancamento con personale educativo specializzato, di:

→        Servizio pre e post scuola presso i due plessi delle scuole primarie “De Amicis” e “Manzoni”;

→        Attività di facilitazione linguistica per minori stranieri di nuovo arrivo in Italia, frequentanti l’Istituto Comprensivo di Castellanza;

→        Avviamento e promozione di progetti sportivi in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Castellanza e le Società Sportive in essa operanti;

→        Attività di orientamento scolastico e professionale presso il servizio InFormaLavoro di Castellanza.

PROGETTO ASSISTENZA IN PROVINCIA DI VARESE

Area assistenza minori

Il progetto prevede attività di assistenza educativa a favore di minori con difficoltà di apprendimento/ritardo cognitivo inseriti nelle realtà scolastiche del territorio, con particolare attenzione per le scuole d’infanzia convenzionate con il Comune.

Il volontario si occuperà di attività ludico-ricreative finalizzate a favorire l’inserimento dei minori nel gruppo classe potenziando l’attività didattica del corpo docente, in affiancamento con personale specializzato.

Si tratta di un’esperienza arricchente e fortemente formativa, di grande soddisfazione sia da un punto di vista relazionale che a livello professionale.

Consente di entrare in contatto con un contesto lavorativo articolato che richiede sensibilità, competenza, capacità di adattamento alle diverse situazioni ed esigenze.

Area assistenza anziani minori e disabili

Il progetto intende rispondere al bisogno di supporto e assistenza espresso dagli anziani, dai disabili e dai minori del territorio ed ampliare e arricchire gli interventi di assistenza domiciliare, svolte da personale qualificato, con altri, aventi un più marcato carattere sociale e relazionale.

 L’obiettivo è quello di:

•          implementare il servizio inserendo nelle azioni a carico del volontario civile una collaborazione informatica con l’Assistente Sociale per la compilazione in ADIWEB e delle schede personali degli utenti anziani e disabili e la cartella sociale degli utenti in carico, nonché l’attività di front-office per l’accoglienza e l’orientamento delle persone che accedono al servizio;

•          potenziare gli interventi di supporto e sostegno a domicilio degli anziani, minori e disabili assistiti con l’obiettivo di suscitare e potenziare l'autonomia residua dell'utente e fornire supporto nell’espletamento delle azioni quotidiane (spesa, medicinali, bollette, pratiche burocratiche, il trasporto presso centri sanitari o educativi ecc.).

La presenza del volontario consentirà di incrementare le potenzialità dei servizi, sia in termini quantitativi che qualitativi.