Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Esce dall'hotel per fare due passi, la Polizia lo ritrova sul treno per Venezia

E' stato ritrovato sul treno freccia rossa diretto a Venezia l'uomo scomparso da Legnano lo scorso 11 agosto.

M.G. era uscito dall'albergo in cui alloggiava a Legnano per fare due passi e, dopo avere recapitato alla compagna messaggi con intenti suicidi, non era più rientrato. Allarmata la donna si era rivolta al commissariato di via Gilardelli per chiedere aiuto. Già nel pomeriggio l'uomo si era allontanato dalla casa del padre, dal quale era in visita, per andare in un bar insieme ad un parente: la compagna lo aveva più volte sollecitato a rientrare causando momenti di tensione. 

Il commissariato legnanese ha mmediatamente attivato le fonti info-investigative, utilizzando i sistemi tecnologici per tentare di localizzare l'uomo scomparso: la sera dell' 11 agosto, dopo essersi allontanato dall’hotel, M.G. è stato localizzato a Vanzago, località che aveva raggiunto in treno o in autobus. Nel frattempo sui social sono stati postati avvisi per rintracciarlo

Grazie all’attività di monitoraggio della carta di credito American Express gli investigatori hanno scoperto che, nella mattinata del 12 agosto, l'uomo aveva acquistato in stazione centrale un biglietto per il treno alta velocità Freccia Rossa con destinazione Venezia, luogo da lui particolarmente amato.   

Tempestivamente è stata allertata la Polizia Ferroviaria della città di Verona presente sulla tratta Milano – Venezia, che alle 14 di martedì 12 agosto ha rintracciato M.B. a bordo del treno Freccia Rossa La compagna ha quindi raggiunto gli uffici della Polfer  e  nel tardo pomeriggio di ieri ha riabbracciato il proprio compagno, con il quale ha fatto ritorno nella propria  residenza.