Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Amga, il Cda non ha più la fiducia dei soci di minoranza

Il consiglio di amministrazione di Amga non gode più della fiducia dei soci di minoranza. Non c'è spazio per i dubbi nella posizione emersa ieri, mercoledì 19 giugno, dalla riunione del coordinamento soci della partecipata di via per Busto Arsizio, come peraltro sembrava quasi scontato ancora prima che i comuni azionisti si sedessero intorno ad un tavolo: il terremoto giudiziario che ha scosso Palazzo Malinverni poco più di un mese fa - e che è partito proprio dal dossier anonimo sulla società in house consegnato in Procura a Busto Arsizio - ha infatti raggiunto anche due membri del CdA della società, ovvero la presidente Catry Ostinelli e il consigliere Massimiliano Roveda

I soci torneranno a riunirsi a stretto giro di posta: già settimana prossima i Comuni che fanno parte della partecipata saranno chiamati ad approvare il bilancio del gruppo e delle singole società controllate. E già in quell'occasione il consiglio di amministrazione potrebbe decidere di presentarsi dimissionario: soluzione che "solleverebbe" i soci della necessità di procedere alla sfiducia.

Diverse le questioni che rimangono aperte sul tavolo della partecipata: dalla modifica dello statuto richiesta dall'ANAC ai CdA della controllate che sono a loro volta in scadenza, oltre a problematiche ormai ben note come quelle legate all'impianto forsu, al teleriscaldamento e alla situazione di Amga Sport.

Proprio dalle società "satellite" del gruppo di via per Busto Arsizio tra ieri e oggi sono arrivate le prime dimissioni. Ovvero quelle del presidente di Aemme Linea Ambiente Giorgio Ghiringhelli, del componente dell'organismo di vigilanza Alessandro Bernasconi (che nelle scorse settimane aveva affiancato l'ex assessore Maira Cacucci nel collegio difensivo del sindaco Gianbattista Fratus, tuttora ai domiciliari) e della consigliera di amminsitrazione di Amga Sport Stefania Medri.

(Leda Mocchetti)