Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho città fiorita: aperte le iscrizioni al concorso

  • CRONACA / RHO
  • mercoledì 22 maggio 2019
  • 319 Letture

Torna "Rho città fiorita". I rhodensi con il pollice verde, per la quinta edizione della manifestazione, potranno sbizzarrirsi con composizioni floreali. Il concorso, promosso dall’amministrazione comunale, vuole rendere Rho sempre più accogliente e incoraggiare la cultura del verde tra i cittadini e premia balconi, giardini, vetrini e spazi pubblici più belli.

«Vogliamo coinvolgere cittadini, commercianti, scuole e istituzioni nel rendere più bella e accogliente la nostra città grazie alla natura – dice l’assessore alla bellezza della città, Sabina Tavecchia -. Un’aiuola fiorita e un balcone ben curato sono antidoti allo stress della vita cittadina e contribuiscono al benessere e al miglioramento della qualità della vita: una città fiorita è una città accogliente, dove visitatori e turisti si sentono più a proprio agio e restano più a lungo. Invitiamo anche quest’anno a far fiorire il territorio per colorare strade e palazzi. Anche questa iniziativa rientra nel progetto più globale “Il colore entra in città”, che si allarga appunto ai colori dei fiori e delle piante. Come amministrazione stiamo facendo la nostra parte con la piantumazione di nuove piante e fiori nelle aiuole».

L’iniziativa, che nasce da un’idea dell’agronomo Lorenzo Cammelli (Architettura del verde e design del paesaggio), quest’anno sarà gestita interamente dal Comune di Rho. Tre le categorie previste:  A) balconi, davanzali, terrazzi e giardini fioriti, B) vetrine fiorite e C) spazi verdi nelle pertinenze di scuole pubbliche/private e spazi pubblici. I premi, per ogni categoria, sono 100, 60 e 40 euro a primo, secondo e terzo classificato.

Le iscrizioni, possibili attraverso il sito del comune di Rho o al QUIC di via de Amicis, sono aperte fino al 29 giugno.

(Chiara Lazzati)