Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cerro Maggiore, bambini a lezione di sicurezza stradale

Bambini a lezione di sicurezza stradale. I piccoli alunni dell'istituto comprensivo Strobino di Cerro Maggiore hanno partecipato al progetto ministeriale “La Buona Strada della Sicurezza”. E alla consegna dei diplomi alle classi 2A e 4A del plesso di Cantalupo e dalle classi 2B e 3B del plesso di via Carducci hanno partecipato il sindaco Nuccia Berra, la dirigente scolastica Anna Mennilli, il comandante della Polizia Locale Stefano Miali e il vice presidente dell'associazione nazionale Autieri, il generale (riservista) Lo Iacono.

Lo scopo del progetto è educare i bambini alla sicurezza stradale, stimolando il loro senso di responsabilità individuale e le motivazioni interiori, coinvolgendo anche gli adulti di riferimento. «Teniamo inoltre conto che questo progetto, ed il relativo piano formativo, è contemplato dal piano nazionale del MIUR - commenta il sindaco Nuccia Berra -. Proprio per questo ai docenti che hanno svolto il progetto con i tutor dell’Associazione Nazionale Auterei sarà rilasciato un “Attestato di Partecipazione” che amplierà il loro curriculum formativo e arricchirá di conoscenze la nostra scuola e il nostro corpo docenti».

«È stata un’immensa soddisfazione vedere gli elaborati preparati dai bambini, la loro gioia nello spiegarli e l'emozione mostrata al ritiro dell'attestato di superamento del corso - continua la prima cittadina -. La dimostrazione del loro interesse ci spingerà a continuare e migliorare, ove possibile, queste attività supplementari. La nostra scuola deve continuare a crescere per dare ai nostri ragazzi e ai nostri docenti sempre nuove prospettive».

«Come genitore, in primis, e in qualità di consigliere delegato all'attuazione del programma sono pienamente soddisfatto di questa attività ed ho dato il massimo sostegno quando mi è stato richiesto di coinvolgere direttamente la nostra amministrazione. Per noi questo progetto è come la prefazione di un grande libro chiamato "Educazione civica" - aggiunge il capogruppo di maggioranza Alessandro Provini -. Per questo speriamo che il progetto di legge presentato nelle scorse settimane in Parlamento veda un iter veloce e si concluda positivamente».

(Chiara Lazzati)